istrians.gif><strong><font color=
Lošinj (Lussino) Island
Archeology



 

La statua probabile opera di Lisippo venne trovata casualmente nel ’99 da un subacqueo belga sui fondali vicino all’isola quarnerina

Un palazzo per lo splendido Bronzo di Lussino

L’amministrazione comunale ha acquistato una sede sulle Rive che diventerà Museo del mare

lunedì 26 luglio 2004.

LUSSINPICCOLO Per accoglierlo degnamente a casa, le autorità municipali non hanno badato a spese, acquistando il Palazzo Quarnero situato in riva. L’ atleta bronzeo sta venendo ancora sottoposto a Zagabria a un’efficace opera di recupero – attuata da esperti dell’Istituto nazionale per i restauri – ma in un futuro che si spera prossimo sarà esposto a Palazzo Quarnero, che verrà trasformato in museo del Mare. Parliamo del Bronzo di Lussino, della statua greca originale – opera probabilmente firmata dal celebre Lisippo – che per ben duemila anni è giaciuta su un fondale di 44 metri nelle vicinanze dell’isolotto di Vele Orjule, nell’arcipelago dei Lussini. Una scultura che per venti secoli è stata «conservata» dalle acque marine, prima di venire casualmente scoperta nella primavera del 1999 da un subacqueo belga, René Wouters.

Il Comune lussignano ha rilevato il palazzo stanziato 12 mila euro, da destinare alla ristrutturazione dell’edificio e trasformarlo – come già detto – in ambiente museale. Il Bronzo di Lussino, statua di 192 centimetri, era stata riportata in superficie con tutte le attenzioni possibili e subito sottoposta al processo di desalinizzazione. L’anno scorso, quasi recuperato agli antichi splendori, lo splendido bronzo venne esposto nella Casa delle Arti a Zagabria, iniziativa che rientrava nell’ambito dei festeggiamenti in onore della Giornata del patrimonio europeo. In quell’occasione il sindaco di Lussinpiccolo, Dragan Balija, ottenne l’appoggio del ministero della Cultura per la rimpatriata della scultura. «In questi giorni incontrerò nuovamente esponenti del dicastero. Stando alla legge in materia, il Bronzo deve trovare fissa dimora nel luogo dov’è stato rinvenuto».

m.a.

Tratto da: 

  • © Il Piccolo di Trieste - http://www.ilpiccolo.quotidianiespresso.it/ilpiccolo/arch_03/trieste/cu01/amod.html


Main Menu


Created: Monday, July 26, 2004; Last updated: Sunday, January 20, 2013
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA