istrians.gif><strong><font color=
Lošinj (Lussino) Island
Archeology



 

Alla cerimonia sarà presente il ministro della Cultura croato. 150mila visitatori per la tappa a Firenze

Il Bronzo di Lussino in mostra a Fiume
Stasera l’inaugurazione. Verrà esposto al Museo della storia

lunedì 28 aprile 2008.

FIUME Dai fondali dell’arcipelago lussignano al capoluogo del Quarnero, toccando Zagabria, Firenze e Osijek. È il percorso compiuto in un decennio dal Bronzo di Lussino, la splendida statua d’epoca ellenica che, scoperta da un subacqueo belga nel 1997, fu recuperata due anni dopo e sottoposta a Zagabria ad una capillare e riuscitissima opera di restauro durata fino al 2004.

Dopo essere stato ammirato a Firenze da 150 mila spettatori, l’ Apoxyiomenos (o Atleta della Croazia) ha fatta tappa a Osijek, capoluogo della Slavonia, mentre da oggi sarà in visione al pubblico fiumano. Stasera (ore 19) infatti sarà il ministro della Cultura croato, Bozo Biskupic, ad inaugurare a Fiume la mostra intitolata Apoxyomenos croato, esposizione ospitata dal Museo della storia e della marineria, ossia dal Palazzo del governo. La statua bronzea, probabilmente una copia dello scultore greco Lisippo, costituisce la più importante scoperta archeologica di sempre nella regione del Quarnero e dopo Fiume compierà una tournée in Dalmazia, con puntate a Zara, Spalato e Ragusa. Come da noi già scritto, l’Apoxyomenos (l’atleta che si deterge sudore e oli dopo una gara) avrà la sua collocazione definitiva a Lussinpiccolo, decisione assunta l’anno scorso dal dicastero della Cultura e dai competenti consigli mussali a livello nazionale. Una decisione giusta, appoggiata dal premier Ivo Sanader in persona e che ha reso felici le autorità municipali e gli operatori turistici di Lussino, come pure la popolazione locale.

Il Bronzo sarà esposto in via permanente a Palazzo Quarnero, previa opera di ristrutturazione dell’edificio, con trasferimento che dovrebbe avvenire entro la fine del 2009. Ricordiamo che l’eccezionale scultura bronzea è alta un metro e 93 centimetri e pesa circa 300 chilogrammi. Sarà esposta a Fiume nei prossimi due mesi, cioè fino al 25 giugno. Il prezzo del biglietto d’ingresso per la mostra sarà di 30 kune (4,10 euro) per gli adulti, 20 (2,70 euro) per studenti e pensionati, mentre i bambini fino a 10 anni d’ età potranno entrare gratuitamente.

Il 18 maggio, Giornata internazionale dei Musei, il Bronzo di Lussino potrà essere ammirato gratis al Palazzo del Governo. Ricordiamo che la statua è stata riportata alla sua originaria bellezza – dopo venti secoli di permanenza sui fondali antistanti Oriule – da un team di restauratori capeggiati dallo zagabrese Antonio Serbetic e da Giuliano Tordi, esperto di fama mondiale e che lavora all’ Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Negli ultimi anni non sono mancate le polemiche legate alla sistemazione permanente del Bronzo, con una lobby che spingeva a favore di Zagabria e un’altra che preferiva Zara. Qualcuno aveva anche parlato di Fiume, ma poi è stata fatta la scelta migliore, favorendo cioè il luogo del ritrovamento.

Lussinpiccolo, grazie al suo Bronzo, è destinata a trarre grossi benefici in campo cultural – turistico, diventando irrinunciabile meta per coloro che vorranno rendersi conto della maestria umana di duemila anni fa.

a.m.

Tratto da:

  • © Il Piccolo di Trieste, 28 aprile 2008.


Main Menu


Created: Monday, April 28, 2008; Last updated: Sunday, January 20, 2013
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA