Jesenovik - Sucodru
Chiese e Cimiteri


 

Chiesa di San Quirino

Sul muro di una casa di Su Codru [o Sucodru] o Jessen˛viza fu ritrovata un'ara romana, dedicata alla "Mater magna deorum"; questa lapide si trovava nell'antica chiesetta di S. Andrea, ora diroccata, posta sotto le case di Carlovich. L'ara Ŕ ora al museo di Pola. Un'altra importante piccola ara, ora scomparsa e consacrata ad "Iria Venus", una divinitÓ indigena confusa con la Venere romana, fu ritrovata sempre nell'area della chiesetta di S. Andrea. Fortunatamente il museo di Parenzo conserva il calco dell'iscrizione; ci˛ dimostra che nel II secolo d.C. sia il culto della Mater deorum sia quello di Iria erano ancora celebrati in Istria.

cliccare per ingrandire

Dopo Jessen˛viza [Jasenovik], verso sud, il versante occidentale dei Caldiera si spinge sopra la piana dell'Arsa con un notevole avanzamento della massa calcarea, per cui le pendici sovrastanti la strada che continua a sud sono molto pi¨ ripide, talvolta a picco con grandi balze e strapiombi. Da questa massa emerge uno spuntone bianco di nudo calcare, sotto il quale si staglia la chiesa di S. Quirino dell'Arsa. La chiesa si trova sopra la ferrovia Lupugliano-Stallie (Štalije) al margine dell massiccio montano che si perde nella Valle di Cepich, dove un tempo c'era il lago. Questa chiesa Ŕ uno dei pi¨ belli esemplari di abilitÓ costruttiva rustica nell'area dell'Albonese.

La cappella di S. Quirino Ŕ ad aula unica quadrangolare con due locata sopra la linea ferroviaria Lupoglav-Štalije - e con un caratteristico campanile a vela. Da questa chiesa, filiale di Villanova, con il sagrato trasformato in cimitero circondato da un basso muretto a secco, posta a 120 m d'altezza rispetto al fondovalle, si ha la pi¨ bella vista su tutta la pianabsidi semicircolari inscritte.

cliccare per ingrandire

Sulla chiese Ŕ inciso lettere glagolitiche l'anno 1550, anno in cui la Chiesa Ŕ stata probabilmente rinnovata e ampliata nell'ambito dei possedimenti dei patrizi di Cosliacco.

Nella struttura romanica sulla parete settentrionale, accanto all'altare sul muro del nord sta un affresco relativament bene conservato, l'unico grande valore artistico di questa chiesa. Sulla pittura seminascosta si possono vedere i dettagli dell'Adorazione dei Magi, poi frammenti di profeti, santi ed apostoli. L'autore dell'affresco gotico del 1461 e d'impressionante freschezza, Ŕ il famoso Alberto, pittore del 15░ secolo, che lavorava anche nella chiesa parrocchiale di S. Vito del paese vicino Passo e Fianona firmandosi in glagolitico.

Il tetto e il pavimento interno sono coperti di lastre di pietra. Il santuario fatto da grossolane colonne di pietra Ŕ rialzato circa 70 centimetri dal terreno, ovvero dal resto della chiesa. Due absidi iscritte sono di fattura grossolana.

Il piccolo edificio, con il portale ad arco sostenuto da una copia di colonne monolitiche con capitelli cubici, datato 1507, Ŕ visibile dalla strada e lo si raggiunge salendo per uno sterrato che parte a sud di Jessen˛viza ed attraversa la deserta frazione di Lat˛vi. La salita, che invita ad una passeggiata, continua oltre la chiesa ricalcando probabilmente le orme dell'antica strada consolare romana che, ancora nel VII secolo, conduceva da Castua, attraverso Apriano e lungo le alture di Moschiena e Laurana, fino alla Val d'Arsa uscendo presso la chiesa di S. Quirino. Qui si vedono i resti, nascosti sotto cumuli di macerie, di un antico paese medioevale di cui si Ŕ perso il nome e che i contadini narrano esser stato bruciato da nemici scesi da questa strada che proseguiva poi per Albona e Pola. Il De Franceschi ritenne trattarsi del Deviuni accennato dal Domenico Zavoreo distrutto durante le invasioni avaro-slave del VII secolo.

Tratto da:

  • Testo ed Immagine - Dario Alberi. Istria - storia, arte, cultura. Edizioni LINT (Trieste, 1997), p. 945-948. All rights reserved.
  • Testo e fotografia - Turistička zajedrnica Općine Kršan - http://www.krsan.hr/tz_nje/jasenovik.asp
  • Testo e fotografie - Marijan Milevoj & Eduard Strenja. Od Crkive Do Ckrve/Da Chiesa a Chiesa/From Church to Church - Labin, Raša, Sv. Nedelja, Kršan, Pican, Matthias Flacius Illyricus (Labin, uoci Bozica, 1994)

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Tuesday, November 22, 2005; Last updated: Monday, August 26, 2013
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA