line_gbg68.gif (1697 bytes)

Winter
Customs and Traditions
line_gbg68.gif (1697 bytes)
 

Palma il Giovane (1544-1628) Santa Lucia

La festa di Santa Lucia - The feast of Saint Lucy
by LindaAnn Loschiavo

Secondo il calendario Giuliano, il solstizio d'inverno iniziava il 13 dicembre, il giorno più breve dell'anno. I pagani sapevano organizzarsi durante gli scuri mesi di dicembre: per garantirsi il ritorno del sole portavano offerte, decoravano gli alberi e accendevano fuochi, gesti simbolici che supplicavano il ritorno della luce.

According to the Julian calendar, the winter solstice began on December 13th. It was the shortest day of the year. The pagans knew what to do during dark Decembers: to insure the sun's renewal, they made offerings, decorated trees, and lit fires, symbolic gestures that begged the light to return.
Una figura sacra, Lucina, la dea sabina della luce, veniva venerata nel giorno più buio. Nel suo ruolo di levatrice, Giunone-Lucina era la dea che portava il miracoloso sole-bambino alla luce durante la festività di Yule/Jöl (o "ruota"). A sacred figure, Lucina, the Sabine goddess of light, was worshipped on the darkest day. In her role as midwife, Juno-Lucina was the diety who brought the miraculous sun-child into the light at Yule/Jul [or "wheel"].
Le festività non si fermavano lì. Nel terzo secolo (d.C.) il 25 dicembre fu eletto come "compleanno dell'invincibile sole" e divenne parte di una serie quindicinale di incredibili celebrazioni romane in onore di Saturno (chiamate anche Saturnalia). Nel IV secolo queste feste solari romane furono cristianizzate. Nessuna religione può avere successo senza un calendario completo delle festività! La maniera più semplice per creare le festività cristiane era quella di rinnovare e riformare le pratiche pagane. The party didn't stop there. By the third century A.D., December 25 was established as the birthday of the "Invincible Sun" -- part of a festive fortnight of wild Roman celebrations honoring Saturn, also known as Saturnalia . By the fourth century, these Roman solar feast days were Christianized. No religion can succeed without a full holiday schedule. The easiest way to create Christian holy days was to reform or renovate pagan practices.
In coincidenza con il regno dell'imperatore romano Diocleziano, (culmine della persecuzione cristiana), Lucio, un benestante padre siracusano (l'allora capitale della Sicilia) aveva una casta figlia adolescente. Disdegnando il matrimonio, il sesso e i beni materiali, Lucia portava cibo ai ribelli che si nascondevano nelle catacombe. Un corteggiatore indispettito la denunciò e la giovane vergine fu condannata a morte. Coincidentally, Lucio, a wealthy father in Syracuse (then the capital of Sicily) had a chaste teenage daughter Lucia during the reign of the Roman emperor Diocletian, the height of the Christian persecution. Spurning marriage, sex, and worldly goods, Lucia carried food to rebels hiding in the catacombs. An angry suitor reported her, and the young virgin was put to death.
Dopo il suo martirio (avvenuto il 13 dicembre 304 d.C.) a cause delle tradizioni che associavano il suo nome alla luce, Lucia divenne la patrona della vista e dei raccolti. Gli artisti medievali la dipingevano mentre portava un fascio di grano e un piatto con delle piccole torte (più tardi scambiate erroneamente per i suoi occhi). After her martyrdom on December 13, 304 A.D., because of various traditions associating her name with light, Lucia came to be thought of as the patron of sight and the harvest. Medieval artists depicted her carrying a sheaf of wheat and a dish containing little cakes, mistaken later for her eyes.
Anche se la Chiesa cattolica cercò di reprimere ogni aspetto femminile del principio divino, questa giovane martire siciliana fu uno dei primi santi cristiani a raggiungere la popolarità e ad avere un ampio numero di seguaci prima del V secolo. Although the Catholic Church attempted to suppress any feminine aspect of the divine principle, this young Sicilian virgin-martyr was one of the earliest Christian saints to achieve popularity, having a widespread following before the 5th century.
Forse a causa dei missionari che narravano i racconti del suo martirio e della castità, il culto di Santa Lucia si diffuse fino alla Scandinavia, alle Americhe e più lontano. Le si attribuivano miracoli. Le leggende raccontavano di una carestia in cui, quando fu invocato il nome di Santa Lucia, apparve una nava carica di grano dorato. In seguito, la Chiesa fece di Lucia una santa. Perhaps because missionaries repeated tales about her martyrdom and chastity, Santa Lucia's cult spread to Scandinavia, the West Indies, and elsewhere. Miracles were ascribed to her. Legends told of a famine, when Saint Lucy's name was invoked in prayer -- and then a ship appeared, laden with golden wheat. Later on, the early Church made Lucy a saint.
Caravaggio e altri artisti la dipinsero. In suo onore furono composte poesie e canzoni. Il grande Caruso cantava "Santa Lucia", una barcarola napoletana. Il suo ammiratore, Mario Lanza, incise la stessa canzone. Un grandissimo ammiratore di Lanza, Elvis Presley, ne incise a sua volta una versione.
Non molte martiri adolescenti vantano canzoni composte appositamente per loro nè dolci (divenuti popolari) preparati per la loro festa.
Caravaggio and others painted her. Songs and poems were composed in her honor. The Great Caruso sang "Santa Lucia," a Neapolitan barcarole. His admirer, Mario Lanza recorded this folksong, too. Lanza's lifelong fan, Elvis Presley, also recorded it.
Not many teenage martyrs have their own theme songs as well as popular desserts prepared on their feast day.
In Sicilia, tradizionalmente, il 13 dicembre si mangia la "Cuccia" invece che il pane, per commemorare la santa che portò il grano ai siciliani affamati e colei che protegge le persone che hanno malattie agli occhi. (La parola siciliana "Cuccia" deriva dall'arabo "kiskiya" (terracotta o grano) Traditionally, on December 13th, "Cuccia" is served instead of bread to commemorate the saint who brought wheat to the starving Sicilians, and who watches over those with eye disease. [The Sicilian word "Cuccia" comes from the Arabic "kiskiya" (earthenware or grain).]
[Nota: Con il cambiamento introdotto dal calendario Gregoriano nel 1300, il solstizio d'inverno ora cade il 21 Dicembre].

Per visitare la chiesa di Santa Lucia in Sicilia contattate l'Ufficio del Turismo di Siracusa (AAPIT): Via San Sebastiano, 43 - 96100 Siracusa; Tel: (+39) 0931 - 481200; Fax: (+39) 0931 - 67803 Informazioni: Via San Sebastiano, 47 - 96100 Siracusa; Tel. (+39) 931 - 67710

[Note: The winter solstice now falls on December 21, with the change to the Gregorian calendar in the 1300s.]

To visit Saint Lucy and her church in Sicily, contact the Tourist Board of Syracuse (AAPIT Syracuse): Via San Sebastiano, 43 - 96100 Syracuse; Tel: (+39) 0931 - 481200; Fax: (+39) 0931 - 67803 Information Desk: Via San Sebastiano, 47 - 96100 Syracuse; Tel. (+39) 931 - 67710

LindaAnn Loschiavo, redattrice per la sezione di N.Y. dell'Italian Tribune

LindaAnn Loschiavo, NYC editor, Italian Tribune

Source:
  • © Copyright 1996-2003 CyberItalian Inc - http://www.cyberitalian.com/html/gal_71.htm

Main Menu


Created: Sunday, November 03, 2002; Last updated, Sunday, December 06, 2015
Copyright 1998 IstriaNet.org, USA