line_gbg68.gif (1697 bytes)

Flora
line_gbg68.gif (1697 bytes)



Chiave generale delle famiglie

AMARYLLIDACEAE

Piante erbacee, generalmente bulbose; foglie in scarso numero, per lo più basali, lineari e spiralate. Fiori ermafroditi, attinomorfi, solitari o riuniti in infiorescenze ombrelliformi, avvolti da 2 o pili brattee. Perianzio petaloide costituito da 610bi in 2 serie, talvolta saldati a costituire un tubo; in alcuni generi è presente una corona o paracorolla. Starni 6, ipògini; ovario infero contenente numerosi ovuli; stimma intero o trilobo. Frutto a capsula, raramente bacca.

  • Galanthus nivalis
  • Leucojum testivum
  • Narcissus radiiflorus

ANACARDIACEAE

Alberi e arbusti contenenti resine e acido tannico; foglie òpposte, semplici o composte. Fiori ermafroditi o unisessuali, attinomorfi, piccoli, pentameri, liberi o congiunti alla base. Stami di solito in numero doppio dei petali; ovario uniovulare con 1-3 stili. Frutto simile a una drupa.

  • Cotinus coggygria

APOCYNACEAE

Alberi o arbusti, spesso lianiformi nelle zone tropicali, o erbe in quelle temperate, con canali secretori provvisti di lattice; foglie opposte. Fiori ermafroditi, attinomorfi, pentameri saldati; stami 4-5 inseriti sul tubo corollino; ovario supero, costituito da 2 carpelli liberi o congiunti, contenente numerosi ovuli; stimma con caratteristico anello carnoso. Frutto di vario tipo con semi piumosi. Impollinazione entomofila.

  • Vinca minor

ARACEAE

Piante erbacee provviste di tuberi o di rizomi, contenenti un succo lattiginoso o acquoso; foglie solitamente grandi, basali o alterne sul fusto, spiralate o distiche. Fiori unisessuali o ermafroditi, piccoli, inseriti in una infiorescenza a spadice avvolta da una spata. Perianzio di 4-6 segmenti nei fiori ermafroditi, assente nei fiori unisessuali. Stami 2-8, ipògini; ovario supero o contenuto nello spadice. Il frutto è una bacca contenente semi provvisti di albume. Impollinazione entomofila. English.

ARISTOLOCHIACEAE

Piante legnose o erbacee; foglie grandi, alterne, senza stipole. Fiori ermafroditi con calice tubuloso petaloideo, privi di corolla, solitari o in piccoli gruppi. Stami 6-12; ovario infero. Frutto a forma di capsula. Impollinazione entomofila.

  • Aristolochia pallida

BORAGINACEAE

Piante erbacee, raramente arbusti, variamente pelose e talvolta pungenti; foglie alterne, generalmente intere. Fiori ermafroditi riuniti in cima scorpioide; sepali e petali 5, questi ultimi concresciuti, a formare sempre campanelle, imbuti, corolle tubiformi. Starni 5 saldati al tubo corollino; ovario supero con 2 carpelli e 1 stilo portante 2 stimmi. Il frutto è una drupa acheniforme. Impollinazione entomofila.

  • Buglossoides purpurocterulea
  • Echium vulgare
  • Onosma Javorkae
  • Pulmonaria visianii

CAMPANULACEAE

Piante erbacee, raramente arbusti; foglie semplici alterne, senza stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi, con calice gamosepalo e corolla campanulata. Stami 5; ovario infero con 5 carpelli e 1 stilo portante 2-3 stimmi. Frutto a capsula deiscente mediante fessure o fori delle valve. Impollinazione entomofila.

CAPPARIDACEAE

Cespugli o erbe, spesso con stipole trasformate in spine; foglie alterne. Fiori zigomorfi; sepali e petali 4. Stami numerosi; ovario supero. Frutto a capsula o bacca.

  • Capparis spinosa

CAPRIFOLIACEAE

Cespugli o suffrutici; foglie opposte senza stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi, pentameri. Stami 5; ovario intero; carpelli variabili 2-8. Frutto a bacca, drupa o capsula. Impollinazione entomofila (vespidi, ditteri, coleotteri e sfingidi).

  • Lonicera etrusca

CARYOPHYLLACEAE

Piante erbacee, raramente suffrutici; foglie opposte. Fiori con calice e corolla differenziati, pentameri. Stami in numero doppio dei petali; ovario supero uniloculare. Frutto a capsula. Impollinazione entomofila.

  • Dianthus carthusianorum
  • Dianthus monspessulanus
  • Dianthus sanguineus
  • Dianthus sylvestris subsp. Tergestinus

CISTACEAE

Piante arbustive di piccole dimensioni o erbacee; foglie opposte indivise con peli ramificati, stellati o ghiandolari. Fiori ermafroditi, attinomorfi, pentameri (i petali sono facilmente caduchi). Stami numerosi; ovario supero uniloculare, costituito da 5 carpelli concresciuti; stilo cilindrico. Frutto a capsula. Impollinazione entomofila.

  • Cistus incanus
  • Cistus monspeliensis
  • Cistus salviifolius

COMPOSITAE

Vastissima famiglia questa, denominata da alcuni autori Asteraceae, comprendente circa 20.000 specie con un migliaio di generi di piante erbacee, raramente arbustive, caratterizzate per la relativa costanza strutturale dell'infiorescenza a capolino e del frutto, secco ed indeiscente, del tipo ad achenio; foglie alterne od opposte, spesso basali, intere o variamente divise, senza stipole. Fiori di regola ermafroditi, diversamente combinati nel capolino, spesso circondati da un involucro di brattee, la cui forma e struttura costituisce un importante carattere al fine della determinazione dei generi e delle specie. Stami 5; ovario intero uniloculare, costituito da 2 carpelli. Stimma bifido. Impollinazione entomofila.

  • Carlina acaulis
  • Centaurea Triumfetti
  • Cirsium acaule
  • Cirsium eriophorum
  • Cirsium oleraceum
  • Cirsium pannonicum
  • Clematis recta
  • Clematis viticella
  • Echinops ritro
  • Jurinea mollis
  • Lactuca perennis
  • Leucanthemum liburnicum
  • Scorzonera austriaca

CONVOLVULACEAE

Piante erbacee rampicanti, provviste di succo lattiginoso; foglie semplici ed alterne, senza stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi, spesso con brattee esterne formante un involucro; sepali liberi; corolla simpetala a 5 lobi, tubulosa, campanulata o imbutiforme. Stami 5, inseriti alla base del tubo corollino, alternatamente ai lobi di questo. Ovario supero con 1-4 cavità contenenti ovuli solitari, sormontato da uno stilo con stimma apicale. Frutto secco a capsula, oppure carnoso indeiscente. Impollinazione entomofila (lepidotteri).

  • Convolvulus cantabrica

CRASSULACEAE

Piante erbacee o arbustive con foglie succulente, opposte o alterne, senza stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi, generalmente riuniti in cime corimbose, bratteate, pentameri. Stalli in numero uguale ai petali o anche il doppio. Ovario supero costituito da tanti carpelli quanto i petali, concresciuti alla base. Frutto di forma follicolare. Impollinazione entomofila.

  • Sedum sexangulare

CRUCIFERAE (BRASSICACEAE)

Famiglia molto ricca di generi, oltre 175, con piu o meno 1200 specie di piante erbacee, raramente arbustive; foglie alterne, prive di stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi, riuniti in corimbi o racemi; il calice e la corolla sono composti rispettivamente di 4 sepali e 4 petali, disposti a croce, da cui il nome della famiglia. Stami 6; ovario supero bicarpellare. Frutto a siliqua, ovvero una capsula allungata, oppure a siliquetta, quando la capsula è piu corta. Impollinazione entomofila.

  • Erysimum rhteticum
  • Hesperis laciniata

Vedete anche: Brassicaceae - Cruciferae

DIPSACACEAE

Fanno parte di questa famiglia piante erbacee, setolose o aculeate, annuali, biennali o perenni; foglie opposte, semplici, intere e prive di stipole. Fiori ermafroditi, zigollorfi o attinomorfi, in capolini piu o meno compatti, globosi o oblunghi, alla cui base si trova un epicalice o involucretto, portante il calice. Corolla gamopetala con 4-5 lobi. Starni 4; ovario infero uniloculare con 2 carpelli; stilo e stimma l. Frutto ad achenio. Impollinazione per mezzo di imenotteri del genere apidi o altri insetti.

  • Cephalaria leucantha
  • Knautia drymeia
  • Knautia illyrica

ERICACEAE

Arbusti o suffrutici tipicamente diffusi su terreni acidi, viventi in micorriza; foglie generalmente sempreverdi e coriacee, senza stipole. Fiori ermafroditi, attinollorfi, tendenti alla zigomorfia, pentameri; petali piu o meno saldati a corolla tubulare e sepali minuti. Stami 10; ovario supero o infero pluricarpellare (4-10), normalmente provvisto di numerosi ovuli. Frutto a bacca, drupa o capsula. Impollinazione entomofila (imenotteri).

  • Arbutus unedo
  • Calluna vulgaris
  • Erica arborea
  • Erica camea

EUPHORBIACEAE

Maggiormente diffusa nelle aree tropicali sotto forma di alberi ed arbusti, questa famiglia è qui rappresentata generalmente da piante erbacee, spesso provviste di succo lattiginoso; foglie per lo piu alterne, semplici o composte, talvolta ridotte in spine o ghiandole. Fiori unisessuali, ridotti, riuniti in spiga o ombrelle: quelli maschili con uno stame; quelli femminili con stami liberi e bifidi con 3 carpelli in ovario supero triloculare. Frutto a capsula contenente 3 semi. Impollinazione entomofila ( ditteri).

  • Euphorbia nicreensis
  • Euphorbia Wulfenii

GENTIANACEAE

Quasi sempre piante erbacee, raramente legnose, spesso ricche di principi attivi amari; foglie opposte o alterne, intere, sovente connate alla base e prive di stipole. Fiori ermafroditi, tetrameri o pentameri, con calice tubulare a 4-5 lobi e corolla campanulata. Stami 5, inseriti nel tubo corollino; ovario supero uniloculare, mediante 2 carpelli saldati, con 1 stilo semplice o bifido. Frutto a capsula con semi contenenti albume. Impollinazione attraverso imenotteri e lepidotteri.

  • Gentiana crociata
  • Gentiana symphyandra

GERANIACEAE

Sono queste delle piante erbacee o suffruticose con foglie alterne od opposte, lobate o composte, provviste di stipole. I fiori sono ermafroditi, attinomorfi o debolmente zigomorfi, riuniti a ombrelle, solitari o ascellari, pentameri. Stami 10, saldati alla base; ovario supero formato da 3-5 carpelli, sovrastato da uno stilo con 3-5 stimmi. Frutto a capsula scomponibile in 5 sezioni, in ognuna delle quali si trova un seme. Impollinazione entomofila o autofecondazione.

  • Geranium sanguineum

GLOBULARIACEAE

La famiglia, composta di soli tre generi e una ventina di specie, predilige luoghi asciutti e rocciosi, con preferenza per i terreni calcarei. Si compone di piante erbacee o arbustive con foglie alterne, semplici, spesso coriacee e senza stipole, talora a forma di rosetta. Fiori ermafroditi, zigomorfi, riuniti in capolini sferici con involucro bratteale; corolla a 5lacinie. Ovario supero uniloculare, bicarpellare, sormontato da uno stilo con stimma sferico. Frutto secco legnoso. Impollinazione attraverso lepidotteri.

  • Globularia punctata

GUTTIFERAE

È una famiglia che raggruppa piante legnose, arbustive e piu raramente erbacee, caratterizzate dalla presenza di ghiandole contenenti oli essenziali; foglie opposte o verticillate. Fiori vistosi, ermafroditi o unisessuali, attinomorfi. Calice composto da 2-6 sepali; corolla formata da altrettanti petali. Ovario supero, uniloculare o pluriloculare con uno o piu ovuli e numerosi stili. Frutto a capsula.

  • Hypericum montanum

IRIDACEAE

Si tratta di piante erbacee perenni caratterizzate da apparati sotterranei quali bulbi, rizomi o bulbo-tuberi. Gli steli emergenti sono spesso provvisti di foglie riunite alla base, lineari, appiattite e guainanti. I fiori sono ermafroditi, attinomorfi (zigomorfi in Gladiolus), con un lungo tubo perigoniale, suddiviso in 6 segmenti liberi o saldati. Gli stami sono 3; altrettanti i carpelli, costituenti un ovario infero triloculare; un unico stilo terminante con 2 stimmi variamente formati. Frutto costituito da una capsula contenente numerosi semi provvisti di albume. Impollinazione entomofila.

  • Gladiolus illyricus
  • Iris graminea
  • Iris illyrica
  • Iris erirrhiza

LABIATAE

Vi appartengono piante erbacee o suffruticose, per lo piu aromatiche, e costituiscono nella regione mediterranea un elemento caratteristico della vegetazione; le foglie sono opposte, talora verticillate, senza stipole. I fiori, ermafroditi e zigomorfi, hanno calice persistente formato da 5 sepali concresciuti alla base, spesso bilabiato; la corolla è tubulosa e bilabiata. Gli stami fertili sono 4 (un quinto, pur presente, è quasi sempre abortito), didinami. L'ovario è supero, tetraloculare, con stilo inserito alla base dell'ovario stesso. Frutto tetrachenio. Impollinazione entomofila (ditteri, imenotteri, piu raramente lepidotteri).

  • Ajuga genevensis
  • Glechoma hederacea
  • Melittis melissophyllum
  • Prunella grandiflora
  • Salvia pratensis

LEGUMINOSAE

Famiglia di piante erbacee, arbustive o lianose, costituenti un gruppo molto importante, nel quale si distinguono tre sottofamiglie: Mimosoideae, Caesalpinioideae e Faboideae, con oltre 500 generi e piu o meno 14.000 specie. Le foglie sono alterne, composte, pennate o palmate, con stipole. I fiori, ermafroditi, attinomorfi o zigomorfi, sono formati da un calice gamosepalo, spesso bilabiato; la corolla, peraltro strutturata variamente nell'ambito della famiglia, viene di norma denominata papilionacea, proprio perche richiama nella forma una farfalla. Gli stami sono 10 e l'ovario supero con un carpello uniloculare, sormontato da uno stilo con stimma apicale. Frutto formato dal tipico legume da cui la famiglia prende il nome. Impollinazione per apidi o lepidotteri.

  • Chamrecytisus hirsutus
  • Colutea arborescens
  • Coronilla emerus
  • Genista tinctoria
  • Lathyrus latifolius
  • Lathyrus vemus
  • Spartium junceum

LILIACEAE

Piante erbacee normalmente con caratteri di geofite, cioè con organi sotterranei quali bulbi o rizomi; foglie spiralate, quasi sempre basali e prive di stipole. I fiori sono ermafroditi, attinomorfi, trimeri. Perianzio di 6 elementi eguali (tepali) che possono essere petaloidi, liberi o saldati alla base a campana o a tubo. Ovario supero sormontato da uno stilo. Frutto formato da una bacca o una capsula. Impollinazione entomofila tramite imenotteri, lepidotteri, ditteri.

  • Allium carinatum
  • Allium ochroleucum
  • Allium sphrerocephalon
  • Anthericum ramosum
  • Asphodeline liburnica
  • Colchicum autumnale
  • Crocus reticulatus
  • Erythronium dens-canis
  • Fritillaria tenella
  • Lilium bulbiferum
  • Lilium camiolicum
  • Lilium martagon
  • Muscari botryoides
  • Muscari comosum
  • Omithogalum comosum
  • Polygonatum odoratum
  • Veratrum nigrum

LINACEAE

Si tratta di una famiglia costituita da piante erbacee o arbustive, con foglie semplici, alterne od opposte, con o senza stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi, con calice formato da 4-5 sepali liberi e corolla con altrettanti petali, anch'essi liberi. Stami 5, talvolta alternati da eguali staminodi (stame rudimentale o regredito, oppure metamorfosato). Ovario supero pentaloculare, con 2 ovuli ciascuno; stili 5 con stimmi lineari o sferici. Frutto a capsula contenente semi compressi, lucidi. Impollinazione entomofila o autofecondazione.

  • Linum narbonense
  • Linum Tommasini

MYRTACEAE

Famiglia con un centinaio di generi e oltre 3000 specie diffuse soprattutto nelle zone tropicali esubtropicali. Sono alberi o arbusti con foglie opposte, coriacee e sempreverdi, spesso ricche di sostanze aromatiche. Fiori ermafroditi, attinomorfi, tetra o pentameri; calice gamosepalo; petali 4-5. Stami numerosi. Ovario infero, uni o pluriloculare, contenente molti ovuli. Frutto a capsula o a bacca, con semi sprovvisti di albume. Impollinazione entomofila.

  • Myrtus communis

ONAGRACEAE

Le piante di questa famiglia sono nella grande maggioranza erbacee, raramente cespugliose, con foglie opposte e alterne, senza stipole. I fiori, ermafroditi e attinomorfi, sono spesso solitari e formati da un calice unito all'ovario, terminante con 2-4 1obi; corolla con 2-4 petali. Stami 8. Ovario infero formato da 4 carpelli. Frutto a capsula, bacca o noce, con molti semi provvisti di ciuffi di peli. Impollinazione entomofila ( ditteri, imenotteri).

  • Epilobium angustifolium
  • Epilobium Dodontei

ORCHIDACEAE

Straordinaria per ricchezza di forme ed esuberanza di colori, la famiglia delle Orchidacere è una tra le piu ricche di specie, circa 25.000, distribuite per lo piu nelle zone tropicali, dove però sono tipicamente epifite (vivono cioè su altre piante), contrariamente a quanto avviene nell'area mediterranea, dove queste piante erbacee presentano caratteri di geofite (vale a dire, terricole ). Hanno foglie intere, alterne, carnose e sessili, con nervatura reticolata. I fiori, quasi sempre ermafroditi e zigomorfi, sono variamente configurati e vivacemente colorati, riuniti in infiorescenze a grappolo, a spiga, pannocchia o solitari. Il perianzio è formato da 6 segmenti petaloidi disposti in 2 verticilli. I 3 esterni possono essere uguali o uno piu sviluppato degli altri. Dei rimanenti 3, interni, i 2 laterali sono identici, il mediano, detto labello, è spesso diverso per forma e colore e la sua struttura rappresenta un elemento fondamentale per il riconoscimento sistematico. Stami fertili lo 2, riuniti con lo stilo e lo stimma a formare il ginostemio. Ovario infero contenente numerosi piccoli ovuli. Frutto a capsula con semi minuti.

  • Aceras anthropophorum
  • Anacamptis pyramidalis
  • Cephalanthera longifolia
  • Dactylorhiza incarnata
  • Epipactis atrorubens
  • Epipactis helleborine
  • Epipactis microphylla
  • Epipactis palustris
  • Gymnadenia conopsea
  • Himantoglossum adriaticum
  • Limodorum abortivum
  • Listera ovata
  • Neottia nidus-avis
  • Ophrys aranifera
  • Ophrys Bertolonii
  • Ophrys bombyliflora
  • Ophrys fuciflora
  • Ophrys insectifera
  • Ophrys specodes
  • Ophrys specodes subsp. atrata
  • Orchis coriophora
  • Orchis coriophora subsp. fragrans
  • Orchis laxiflora
  • Orchis ovalis
  • Orchis militaris
  • Orchis morio
  • Orchis papilionacea
  • Orchis papilionacea subsp. rubra
  • Orchis purpurea
  • Orchis simia
  • Orchis tridentata
  • Orchis ustulata
  • Platanthera bifolia
  • Platanthera chlorantha
  • Serapias lingua
  • Serapias neglecta
  • Serapias vomeracea

PAEONIACEAE

Si tratta di una famiglia che la moderna sistematica concorda nel separare da quella delle Ranunculacere, nel cui ambito prima era compresa, formando una famiglia indipendente. Le P(1!oniacete sono grandi piante erbacee o cespugliose con foglie alterne, prive di stipole. I fiori hanno diametro sempre maggiore di 8 cm e sono generalmente pentameri (i petali in realtà possono essere 5-10), ipògini. Stami moltissimi. Carpelli da 2 a 8. Frutto follicolare.

  • Paeonia officinalis

PAPAVERACEAE

Diffusa in tutti i continenti, ma particolarmente nelle zone temperate, questa famiglia comprende una quarantina di generi e oltre 700 specie. Vi appartengono prevalentemente piante erbacee annue, bienni o perenni (raramente sono arbustive); le foglie sono alterne a margine inciso, senza stipole. Fiori ermafroditi, attinomorfi o zigomorfi, vistosi; calice con 2 sepali, precocemente caduco; corolla dai petali grandi e vivacemente colorati. Stami numerosi. Ovario supero con 2 o piu carpelli. Frutto a capsula. Le piante sono caratterizzate dalla presenza di vasi contenenti lattice.

POLYGALACEAE

La famiglia Polygalaceae comprende erbe o piccoli arbusti con foglie spiralate, raramente opposte, prive di stipole. I fiori sono ermafroditi, zigomorfi, con perianzio formato da 5 sepali, di cui i 3 esterni piu piccoli degli interni, i quali spesso presentano forma di ala. Stami 8, saldati a tubo. L'ovario è supero, sormontato da uno stilo semplice e ricurvo. Frutto a capsula. Impollinazione entomofila.

  • Polygala nicaeeensis

PRIMULACEAE

A questa famiglia appartengono 28 generi e 800 specie, diffuse quasi esclusivamente nella zona temperata boreale. Sono delle erbe annuali o perenni, raramente suffrutici, collfoglie quasi sempre tutte basali, talvolta anche cauline, opposte o verticillate. Fiori ermafroditi, attinomorfi, solitari fo in ombrelle o pannocchie, con calice e corolla rispettivamente a sepali e petali saldati tra loro (gamosepalo e gamopetalo ). La corolla ha forma tu~ulosa ed è suddivisa in 5 lobi. Stami 5, opposti ai petali. Ovario supero umloculare con numerosi ovuli, sormontato da uno stIlo con stImma semplice. Frutto a capsula deiscente. Impollinazione entomofila.

  • Cyclamen purpurascens
  • Cyclamen repandum
  • Primula veris
  • Primula vulgaris

RANUNCULACEAE

La famiglia delle Ranunculacere è composta per lo piu di piante erbacee annuali, biennali 0 perenni, talvolta acquatiche o sommerse. Spesso sono provviste di fusti sotterranei tuberosi o rizomatosi. Le foglie, radicali o cauline, sono generalmente composte, palminervie. I fiori del tipo piu primitivo, ermafroditi, attinomorfi o zigomorfi, sono solitari o riuniti in infiorescenze. Calice formato da 5 sepali, spesso vivacemente colorati; corolla di 5 e piu petali, talora nettariferi. Indefinito numero di stami, ed ugualmente numerosi carpelli, sovente a formare ciascuno un ovario contenente un ovulo. Frutto variabile. Sono frequenti specie provviste di principi attivi velenosi.

  • Aconitum napellus
  • Aconitum vulparia
  • Anemone hortensis
  • Helleborus multifidus
  • Hepatica nobilis
  • Nigella damascena
  • Pulsatilla montana
  • Ranunculus ficaria
  • Thalictrum aquilegiifolium

ROSACEAE

È una famiglia di grande importanza, a distribuzione molto ampia, comprendente un centinaio di generi e 3000 specie, distinta in 4 sottofamiglie: Spiraeoidete, Rosoideae, Prunoideae e Maloideae (o Pomoideae). Sono alberi, arbusti 0 erbe; le foglie sono variamente formate, semplici o composte, raramente opposte, stipolate. I fiori, ermafroditi e attinomorfi sonopentameri, a simmetria raggiata, talvolta riuniti in infiorescenze. Gli stami sono numerosi, raramente ridotti a lo 2. Ovario generalmente semiinfero, formato da piu carpelli e numero indeterminato di ovuli. Frutto di tipo molto vario. Impollinazione per lo piu entomofila. Delle specie descritte nelle tavole di questo volume, la prima appartiene alla sottofamiglia Spirreoidere, le altre alla sottofamiglia Rosoidere.

  • Aruncus dioicus
  • Filipendula vulgaris
  • Potentilla cinerea
  • Rosa canina
  • Rosa dumalis
  • Rosa sempervirens

RUTACEAE

Alberi e arbusti, raramente piante erbacee, delle regioni calde-temperate e tropicali. Le foglie sono semplici o composte, senza stipole, generalmente fornite di ghiandole oleifere. Fiori ermafroditi e attinomorfi, formati da un calice composto di 4-5 sepali liberi e corolla con eguale numero di petali. Stami uguali o doppi dei petali, con antere saldate da un connettivo ghiandolare all'apice. Ovario supero formato da 4-5 carpelli connessi a formare altrettante cavità. Stilo generalmente 1, o numerosi saldati, con stimma semplice. Frutto a capsula o a bacca. Impollinazione entomofila.

  • Dictamnus albus

SCROPHULARIACEAE

È questa una importante famiglia, diffusa negli ambienti piu disparati delle regioni temperate e fredde dei due emisferi, comprendente circa 200 generi e un numero di specie intorno alle 3000. Si tratta di piante erbacee, raramente arbustive, con foglie alterne, opposte o verticillate. I fiori sono ermafroditi e zigomorfi. Il calice è imbricato; la corolla è simpetala, formata da 4-5 lobi, spesso bilabiata, talvolta provvista alla base di uno sperone. Stami 4, didinami; esiste traccia di un quinto stame sotto forma di staminodio o stame imperfetto. L'ovario è supero, biloculare, sormontato da uno stilo. Frutto normalmente a capsula. lmpollinazione entomofila.

  • Digitalis grandiflora
  • Digitalis laevigata
  • Linaria vulgaris 
  • Verbascum austriacum
  • Verbascum phoeniceum
  • Veronica chamredrys
  • Veronica Jacquinii
  • Veronica spicata

UMBELLIFERAE

Sono piante erbacee, biennali o perenni, raramente legnose; foglie sparse a margine piu o meno profondamente inciso, stipolate. Fiori ermafroditi, di norma attinomorfi, riuniti in infiorescenza tipica ad ombrelle, alla cui base spesso si trovano delle brattee a formare un involucro. Il calice, aderente all'ovario, ha 510bi; la corolla è composta di 5 petali, con l'apice ripiegato verso l'interno. Stami 5. Ovario infero bicarpellare, formante 2 cavità con un ovulo pendulo in ciascun loculo. Il frutto è un diachenio. Impollinazione entomofila ( coleotteri, imenotteri, ditteri, lepidotteri).

  • Eryngium amethystinum
  • Laserpitium siler
  • Smyrnium perfoliatum

VIOLACEAE

Le Violaceae comprendono in gran parte piante erbacee, arborescenti nei climi tropicali. Sono generalmente perenni, raramente annuali; le foglie si trovano spesso disposte alla base e hanno margine intero o dentato, con stipole talora fogliacee. Fiori ermafroditi, zigomorfi, pentameri, dai petali colorati vivacemente. Alcune specie sono profumate, altre inodore. Stami 5, di norma liberi. Ovario supero uniloculare, costituito da 3 carpelli saldati. Stilo contorto, con stimma variamente formato. Frutto a capsula. Impollinazione entomofila.

  • Viola alba subsp. scotophylla
  • Viola canina
  • Viola riviniana

Tratto da:

  • Loris Dilena & Giuseppe Turzi. Fiori dell'Istria, MGS Press (Trieste, 1998). All rights reserved.

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Sunday, April 1, 2001; Last updated: Saturday, December 29, 2012
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA