Frutta e Noci
Flora




View of chestnut trees, Lovran - Laurana (Istria)

La castagna veneta
(sp. castanea sativa)

Con la sua composizione, la castagna è un frutto completo per la forte presenza di acqua, sali minerali, soprattutto di potassio, ma anche di fosforo, zolfo, magnesio, cloro, calcio, ferro, sodio, vitamine C, B1, B2 e PP, mentre i principi nutritivi contenuti sono invece zuccheri, proteine e grassi. Per quanto riguarda le calorie, 100 grammi di castagne fresche ne sviluppano circa 200, al contrario di quelle secche per le quali diventano 370, così come aumenta la presenza di sali minerali e di vitamine, mentre durante il processo di essiccazione si perde la vitamina C.

Molte sono in Veneto, le zone di produzione del prelibato frutto a cui, in questo periodo dell'anno sono dedicate varie iniziative di promozione come sagre, convegni e addirittura monumenti come quello sistemato ai piedi del secolare tronco di castagno alle porte del Comune di San Mauro di Saline, in Lessinia. Per l'ottima qualità dei marroni di San Mauro, con l'aiuto della Camera di Commercio e dell'Unione dei Comuni (San Mauro, Roverè e Velo) si stanno portando avanti le pratiche per il riconoscimento della denominazione di origine protetta.

castagne1.JPG (35127 byte)Anche il marrone di Combai è in attesa del marchio di indicazione geografica protetta da parte della Comunità Europea, un riconoscimento che rende merito all'alta qualità ed al valore del marrone coltivato nella fascia che da Segusino porta a Cordignano passando per Combai, dove in questo periodo si tiene la tradizionale Fiera. Proprio all'interno di tali festeggiamenti si è inserito il convegno tenutosi nella sede della Comunità Montana delle Prealpi Venete, a Vittorio Veneto. Un momento per fare il punto della situazione sulla coltura del marrone per rilevare come, dopo vari decenni di crisi, questa tipologia di castagno, negli ultimi anni, ha ritrovato un suo spazio grazie al fiorire di una serie di iniziative di promozione come la Festa. 

Nelle zone di produzione, l'aggregazione dei produttori, il miglioramento della qualità, lo sviluppo di tecniche sempre più adeguate, l'assistenza alle aziende, la fornitura di materiale da moltiplicazione, l'offerta di personale specializzato per le potature e gli innesti, i corsi di formazione sono tutti gli elementi che hanno contribuito a garantire il successo di un prodotto che non solo risponde ai requisiti di alta qualità e genuinità, ma anche a quelli di tipicità e territorialità: legato da sempre ad uno specifico territorio, è un prodotto che ha un valore aggiunto perché attinge alla tradizione storica.

Castagnata e vino nuovo è il tradizionale modo di apprezzare le castagne, anche se si possono gustare con i "Tagliolini ai marroni". Dopo aver rosolato con 50 grammi di burro una cipolla tritata di medie dimesioni, aggiungere due salsicce spezzettate e 150 grammi di marroni, anche questi a pezzettoni, prima bolliti e successivamente sbucciati.

Soffriggere il tutto e "soffocare" con il Prosecco di Valdobbiadene, nella quantità che risulterà necessaria. Aggiungere quindi il sale e il pepe, ed ecco che la salsa per i tagliolini è pronta. Intanto cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolarla bene al dente. Infine spadellare con la salsa e servire bel caldo.

Tratto da:

  • Mondo Agricolo Veneto, Sapori Veneti, La castagna  - http://www.regione.veneto.it/videoinf/rurale/sapori/sap44.htm

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Wednesday, October 04, 2000; Last Updated: Saturday, December 27, 2008
Copyright 1998 IstriaNet.org, USA