Fruit and Nuts
Flora


Alchechengi
(Physalis alkekengi)

Alchechengi, pianta erbacea perenne con rizoma strisciante, con frutti particolannente ricchi di vitamina C, dal sapore acidulo amarognolo che ricorda vagamente quello del pomodoro. In Istria è poco diffusa, la troviamo saltuariamente a Covedo, Ospo,Pisino, Gimino, Chersano,nella valle del Quieto, nelle boscaglie, tra le siepi, nei vigneti ed anche nei luoghi con rifiuti.

Nel dialetto veneto-giuliano viene chiamata a Parenzo chèfani, a Pirano vescighe rose. I fiori biancastri e solitari spuntano da maggio ad ottobre. I frutti tipo bacca, di colore giallo o rosso lucidi e sferici sono rivestiti da un involucro pergamenaceo di colore rosso arancione dalla caratteristica forma a lampioncino.

A volte si rivelano amari mentre altri sempre della stessa pianta sono dolci. Perciò non scoraggiatevi se al primo assaggio non azzeccate il frutto giusto. Si raccolgono in agosto-settembre ben maturi quando si possono consumare sia freschi che essiccati oppure canditi. Si adattano bene anche per sciroppi, marmellate e gelatine. Hanno proprietà rinfrescanti, diuretiche, febbrifughe e lassative. Per la bellezza del suo frutto l'alchechengi viene anche coltivato a scopo ornamentale.

Tratto da:

  • Claudio Pericin, "Frutti selvatici 2 - Piccole delizie di bosco". Jurina i Franina, Rivista di varia cultura istriana, No. 59, inverno 1995, Libar od Grozda - Pola, p. 62-70.

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Tuesday, March 27, 2001; Last updated: Thursday, October 11, 2012
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA