Fruit and Nuts

Flora


Ciliegio canino
(Prunus mahaleb)

Ciliegio canino, arbusto ramosissimo con chioma allargata fin dal basso, che pu˛ anche assumere le forme di albero. I frutti dal sapore amaro-agrodolce contengono acidi organici, fruttosio e vitamina C. Nell'lstria lo troviamo ben rappresentato ed aniva fino sull'altipiano della Ciceria. A S. Marina d'Albona aniva quasi al mare. A Schitazzi (Skitaca) vicino ad una casa ho visto un albero che mi ha incantato per la sua vigoria e bellezza. Ama i pendii rocciosi e i terreni calcarei, lo troviamo nelle boscaglie tra le siepi e al margine del viottoli. Nel dialetto istrioto a Dignano Ŕ detto sp¨so; in dialetto croato raselinka. Fiorisce da aprile a maggio con fiori bianchi dal profumo mielato, riuniti in fragili grappoli che si confondono con il bianco dei muretti a secco. Tutta la pianta odora di mandorle amare. I frutti, maturi da luglio ad agosto, grandi come piselli, hanno pochissima polpa e generalmente non si consumano freschi per il sapore poco gradevole, ma vengono spremuti e usati per colorare vini e bevande e nel passato se ne ricavava anche una specie di Kirsch. Da noi l'albero del ciliegio canino viene impiegato principalmente come portajnnesto per le varie varietÓ di ciliegio coltivate. Dal suo legno si preparano bocchini e cannucce da pipa. Per il suo aspetto particolarmente decorativo dovrebbe venir impiegato anche per ornare giardini e parchi.

Tratto da:

  • Claudio Pericin, "Frutti selvatici 2 - Piccole delizie di bosco". Jurina i Franina, Rivista di varia cultura istriana, No. 59, inverno 1995, Libar od Grozda - Pola, p. 62-70.

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Tuesday, March 27, 2001; Last updated: Thursday, October 11, 2012
Copyright ę 1998 IstriaNet.org, USA