line_gbg70.gif (2214 bytes)

Olea
Fruit and Nuts
line_gbg70.gif (2214 bytes)

L'ulivo
(Olea europea L.)

Non si sa con certezza a quanti secoli fa risalgala coltivazione dell'ulivo, ma non c'è dubbio che la pianta sia conosciuta già da millenni. Infatti l'uomo sfruttava i suoi frutti già nella preistoria e lo facevano sia gli antichi Egizi che gli I antichi Greci e Romani...

Rametti di ulivo sono stati trovati in tombe egizie risalenti a più di 4.000 anni fa, mentre gli antichi Greci e Romani usavano l'olio d'oliva sia nell'alimentazione che come balsamo e aroma.

1,629-year-old olive tree (Olea europaea), Brioni
(Photographed by Marisa Ciceran, 1 August 2000)

Nell'antichità era considerato dono divino e albero sacro, onde per cuiassurse a simbolo di pace, gloria e abbondanza.

Per quanto albero tipicamente mediterraneo la sua coltivazione si è estesa anche ad altri continenti (Africa, America e Australia).

È una pianta estremamente longeva, con tronco e rami sinuosi e nodosi, che può arrivare anche ai 12 metri di altezza. Il frutto è una drupa ovale, ricca di olio. L'olio migliore si ricava da quelle non completamente mature, ancora verdi. Dalle olive nere, a piena maturazione, si ottiene più olio, ma di qualità piu scarta.

L'olio migliore è quello extra-vergine che si ottiene da una spremitura leggera delle olive verdi (immature), senza riscaldamento e senza sminuzzamento dei noccioli. L'olio d'oliva di seconda qualità si ottiene pure con il "procedimento a freddo", solo che si torchiano sia le olive che i loro noccioli.

Olivo in KastelA scopi terapeutici si usa esclusivamente olio extra-vergine. Ma agli stessi scopi si possono usare anche le foglie, le olive naturalmente e la scorza. Le foglie vanno raccolte in primavera (si scelgono quelle nuove, apicali), i frutti in autunno, quando maturano (di solito in ottobre-novembre). Le foglie giovani dell'ulivo vengono impiegate per la preparazione di tisane e decotti utili per ridurre la pressione arteriosa perche hanno la facoltà di rendere piu elastici i vasi sanguigni. Le tisane di foglie d'ulivo hanno inoltre il potere di ridurre il tasso glicernico p del sangue. Si raccomandano perciò ai diabetici e ai sofferenti di angina pectoris, tanto più che non ci sono controindicazioni per un'assunzione prolungata.

Inoltre le foglie e la scorza hanno proprietà astringenti (conferiscono elasticità ai tessuti e favoriscono la coagulazione del (sangue).

La polpa delle olive è blandamente antidolorifica nei processi infiammatori, stimola l'attività epatica, ha un effetto lassativo.

L'olio d'oliva favorisce la secrezione biliare, è antiflogistico degli organi digerenti e è pure esso blandamente lassativo.

Le persone che soffrono di ulcera o di stitichezza devono prendere - prima dei pasti - un cucchiaio da minestra di olio d'oliva che gli gioverà per regolare l'intestino.

Poichè l'olio d'oliva non ha alcun effetto irritante è utile anche nella cura delle emorroidi emorragiche.

L'olio extra-vergine, da solo mescolato a acqua calcarea o a albume, viene usato per il suo effetto calmante nelle ustioni e nelle punture di insetto.

Un massaggio con olio d'oliva è a una specie di toccasana contro i li dolori reumatici, le infiammazioni e cutaneee il prurito. L'extra-vergine è inoltre assai efficace nella cura di eczerni e psoriasi.

Aggiungendo a un decilitro di olio d'oliva due cucchiai di aceto di vino si otterrà una eccellente pomata naturale contro le scottature del sole o per curarle, nel caso ve le siate già procurate. Scuotere prima dell'uso.

Chi invece voglia una tintarella celere farà bene a ingurgitare, dopo ogni bagno di sole, un cucchiaio (da minestra) di olio d'oliva. Subito dopo è raccornandabile bere due cucchiai di succo di limone con un po' d'acqua o una tazzina di caffè nero.

La tradizione popolare raccomanda a chi abbia intenzione di alzare il gomito pur non essendoci abituato di ingollare, prima della festa, un cucchiaio di olio d'oliva.

Tisana per diabetici

Si prendono 20-30 grammi di foglie secche sminuzzate di ulivo e vi si versa sopra mezzo litro di acqua fredda. Silasciariposare per 8 ore. Si mettono quindi sul fuoco fino a ebollizione. A quel punto si toglie il recipiente dalla fiamma, si incoperchia e si lascia riposare per 20 minuti. Si assume - senza aggiunta di zucchero, frala prima colazione e il pranzo e fra questo e la cena, in dosi di 2,5 decilitri per volta.

Decotto contro la pressione arteriosa

In 3 decilitri di acqua si mettono a cuocere venti foglie di ulivo. Si lascia bollire finchè il liquido non sia ridotto a 2 decilitri. Filtrare e dolcificare con miele. Si beve al mattino e alla sera prima dei pasti. Consigli utili Bisogna andar cauti quando si acquista olio d'oliva dai privati, specie al mercato e presso venditori sconosciuti, perche sono possibili fatturazioni. L'olio d'oliva puro si condensa a temperature inferiori ai 10 gradi Celsius: invece quello in cui siano stati aggiunti altri tipi di olio non si raddensa per niente o solo a metà.

Scuotendo una bottiglia contenente olio d'oliva puro, unavoltache il liquido sarà tornato in stato di quiete presenterà una superficie perfettamente liscia. Se invece l'olio contenesse anche altri tipi, procedendo alla stessa maniera si vedranno apparire in superficie delle bollicine.

Tratto da:

  • Borislav Ostjić (testo) & Sergio Gobbo (fotografia), "L'Uliva", Jurina i Franina, rivista di varia cultura istriana, n. 59,  inverno 1995, Libar od Grozda (Pula)

Vedi anche:


Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Monday, September 25, 2000; Last Updated: Tuesday, October 14, 2008
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA