Gian Rinaldo Carli
Istriani Illustri

English (testo differente)

ian Rinaldo Carli (anche Giovanni Rinaldo, conte di Carli Rubbi, dal cognome della moglie) nacque a Capodistria  l'11 aprile 1720 dal conte Rinaldo Carli e da Cecilia Imberti.

economista, storiografo e  sociologo

nato a Capodistria
1720

Di nobile famiglia che contava ascendenti illustri nel mondo delle lettere e della vita pubblica, iniziò gli studi a Capodistria nell'edificio dell'odierno Ginnasio che porta il suo nome.

Carli fu una mente universale, ricoprì cariche importanti  al servizio di Venezia e specialmente a Milano al servizio dell'Austria. Dei trent'anni vissuti a Milano (1765-1795), quindici furono dedicati ad un impegno diretto nella vita politica milanese, prima come presidente del Supremo Consiglio di Economia (dal 1765 al 1771), poi del nuovo Magistrato Camerale (dal 1771-1780). 

(Cliccare un' immagine per ingrandire)

Carli 1791: schizzo del muro esterno dell'Arena di Pola. Nel 1791 Carli propose la ricostruzione del tetto di tela (velarium) sopra l'Arena di Pola.

Fu uno studioso che, come tanti uomini colti del 1700, aderì agli ideali lluministici che caratterizzarono quell'epoca. Rispettoso del mondo politico tradizionale, temendo le possibili conseguenze funeste della rivoluzione francese, finì con il trovarsi unito con lo schieramento opposto.

Sotto l'impero di Maria Teresa Carli fu presidente del Supremo Consiglio d'Economia all'epoca della riforma tributaria il cui scopo fu quello di "ridurre i tributi non solo sotto una sola denominazione, ma di stabilire un metodo uniforme di amministrazione comunale e provinciale, in modo che fosse tolto l'arbitrio dell'uomo e salvo l'interesse di ciaschedun individuo e di ciascheduna comunità".

Sinistra: disegno della lapide murata nella parte orientale dei bastioni di Pola.
Sopra a destra: recipiente di marmo per la fontana di una casa, decorato con motivi acquatici. (L'originale è esibito nel Tempio di Augusto, Pola).

Carli collaborò anche alla definizione del nuovo catasto, rilevando come nei precedenti "molti terreni di persone grandi e potenti non furono misurati...". Si occupò di storia, di antiquariato, di archeologia, di economia, di finanza e di tecnica monetaria. Fu un uomo molto aperto ai problemi dell'epoca, scrisse sia contro il razzismo che a favore dell'istruzione di base pubblica e gratuita per tutti.

Opere principali:

Per quanto riguarda la politica monetaria -

  • Delle monete e delle istituzioni delle zecche d'Italia
  • Osservazioni preventive al piano intorno alle monete di Milano
Per quanto riguarda la sua attività di archeologo e studioso del mondo classico, ricordiamo -
  • Antichità italiche
  • La spedizione degli Argonauti
  • Indole del teatro tragico, antico e moderno
  • Sopra un antico bassorilievo rappresentante la Medea d'Euripide
Il suo impegno sociale è documentato, invece, dagli scritti -
  • Lettere americane
  • Della disuguaglianza fisica, morale e civile degli uomini
Carli pubblicò alcuni scritti anche sulla rivista Il Caffè di Pietro Verri. Su questa rivista apparve, nel 1785, l'articolo "Della patria degli italiani", a carattere fortemente nazionale.

Un francobollo commemorative fu emesso il 24 marzo 2003 in onore di Carli e il liceo ginnasio a Pisino dedicato a lui che non esiste piu'. Istituita nel 1898, la scuola venne distrutta dai bombardieri tedeschi nel 1943. [Vedete Postage Stamps 2003.]

Bibliografia:

  • Apih E., Rinnovamento e illuminismo nel '700 italiano. La formazione di G.R. Carli
  • Archeografo Triestino, vol III, pp. 209-300, Delle antichità' di Capodistria
  • Cipolloni M., "Le lettere americane" di G.R. Carli tra il 1492 2 il 1789
  • Costa B., G.R. Carli presidente del Consiglio Supremo di Economia Pubblica
  • Gaeta G., Coscienza nazionale e sopranazionale di G.R. Carli
  • Gianelli Giulio, Le guerre monetarie e una relazione per Carlo Emanuele III sul progetto di riforma di G.R. Carli
  • F. Luzzatto, Il pensiero di G.R. Carli in tema di politica agraria, in Società Istriana di Soria Patria, vol. XL, fasc. 1, pp 219-225
  • Morpurgo S., Vita di G.R. Carli capodistriano dettata da G. Mazzucchelli e trascritta dall'autore
    Salimbeni F., Carli, scrittore di storia
  • Trampus A., L'Illuminismo e la "nuova politica" nel tardo Settecento italiano: l'uomo libero di G.R. Carli
  • Trampus A., Nuovi orientamenti metodologici e prospettive storiografiche nella ricerca e sulla vita e l'opera di G.R. Carli
  • Trampus A., Karl von Zinzendorf tra Maria Teresa e Giuseppe II
  • Trampus A., G.R. Carli e il processo Cagliostro (lettere di A.Verri)
  • Trampus A., Illuminismo e spirito riformatore nei rapporti tra G.R. Carli e Pompeo Neri
  • Zanei B., Il conte G.R. Carli e la sua opera di economista a Milano
  • Ziliotto B., Trecentosettantasei lettere di G.R. Carli cavate dagli originali ed annotate
  • Ziliotto B., "La Rinaldeide" di A. Gavardo e la giovinezza di G.R.Carli
  • Ziliotto B., Superba per ornata prora

Vedete anche:


Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran and Guido Villa

Created: Tuesday, July 4, 2000. Updated Sunday August 02, 2015
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA