Bernardo Schiavuzzi
Istriani Illustri


 
Little Egret

Little Egret (Egretta garzetta)
[Source: http://www.soline.si/park/birds/egret_l]

Elenco degli Uccelli viventi nell'Istria ed in ispecialità nell'agro piranese
per
Bernardo Dr. Schiavuzzi.

Or saran circa quattro mesi che l'illustre naturalista prof. Tschudy interessava il sig. Emmanuele Nicolich i. r. professore in queste scuole reali superiori, onde gli procurasse un catalogo degli uccelli viventi nell'Istria e nell'agro piranese in ispecialità. Il prof. Nicolich affidava a me l'onorevole incarico. Nella compilazione però di questo elenco io tengo molta riconoscenza all'illustre direttore del Museo civico di storia naturale di Trieste Dr. Carlo de Marchesetti, ohe da me pregato volle gentilmente cooperare, in modo che, molte specie da me non conosciute e molte dimenticate, senza il di lui ajuto non avrei qui registrate.

Nella classificazione degli uccelli seguii l'ordine tenuto dal Brehm nell'opera. "Vita degli animali", come pure ne adottai quasi tutte le denominazioni.

Nella persuasione di non aver qui notate tutte le specie di uccelli che vivono nell'Istria e forse d'esser incorso in qualche errore nelle singole particolarità, io accetterò di buon grado le correzioni che mi verran suggerite. Sarà per me sufficiente rimunerazione la speranza d'aver forse destato con tal lavoro fra la gioventù istriana un po'd'amore al bello studio della natura, cui sì largo campo offre la nostra provincia. A questo scopo io lo rendo di pubblica ragione.

Pirano li 5 Maggio 1878.


[54]

Schiera I. Enucleatores.

Ordine II. Passeres. 1a. famiglia. Loxiae.

1. Loxìa curvirostra L. Becc'in croce. Uccello raro presso di noi, che si fa vedere nell'autunno quale uccello di passo. Non nidifica.

2a. famiglia. Pyrrhulae.

2. Pyrrhula wlgaris (rubicilla) Pall. Ciuffolotto. Volg. Subbiotto, Kimpel. Uccello non molto raro che costà arriva nel tardo autunno come uccello di passaggio. Non nidifica.

3. Serinus hortulanus Kchst. Verzellino. Il Dr. Marchesetti lo ritiene specie nostrana. Quest'uccello però non fu mai veduto da me nell'agro piranese; non nego però che egli possa trovarsi forse anco frequentemente, nell'Istria meridionale, ove abbonda la coltivazione dei cereali ed ove trovansi boschi quercini, che nel nostro territorio quasi completamente mancano.

4. Dryospiza canaria. Canarino. Nidifica in ischiavitu. Se ne ottengono ibridi col Carduelis elegans e col (Chloris hortensis. I nascenti ibridi hanno meravigliosamente la proprietà di fecondare le femmine di puro sàngue come anco quelle provenienti da tale ibridismo.

3a. famiglia. Fringillae.

5. Fringilla coelebs L. Fringuello. Volg. Montano. É uccello di passaggio che viene in queste parti in Settembre ed Ottobre. Si osserva però che è una specie che tende a farsi nostrana, nidificando da parecchi anni in questi paesi in numero abbastanza frequente. Di quest'uccello, di cui in autunno si fa esteso commercio, gli uccellatori distinguono diverse varietà, marcate dalle fascio bianche alle ali (terzaruoli, quartaruoli ecc. ecc.)

6. Fringilla, montifringilla L. Peppola. Volg. Moneghella. Uccello di passo. Viene nell'autunno. Non nidifica ed è abbastanza frequente.

7. Cannabina linota. Fanello. Volg. Faganello. Uccello di passo abbastanza frequente. Si fa vedere nel tardo autunno.

8. Spinus viridis (Chrysomytris spinus Boi). Lucherino. Uccello di passo. Frequentissimo nell'Ottobre. [55]

9. Carduelis elegans Steph. Cardellino. Uccello che nidifica. Alcune varietà e queste sono le più grandi non nidificano, essendo di passo nell'Ottobre e Novembre. Specie frequentissima.

10. Montifringilla nivalis Brehm. Fringuello alpino. Questo uccello dovrebbe essere, tenendosi alla descrizione che ne dà il Brehm, quello che da noi nomasi volgarmente Pacagnoso, uccello che preferisce gli altipiani. Specie di passo, abbastanza frequente.

4a. famiglia. Passeres.

11. Passer domesticus Briss. Passero domestico. Volg. Celegato, Celega, Panegarol. Uccello a tutti noto, che nidifica in quantità straordinaria. Questa specie era or non son molti anni frequentissima nella città di Pirano, mentre ora pochi esemplari se ne scorgono sulle spiagge del mare, ove cercano fra gli avanzi ed i rifiuti della mensa degli abitanti del paese, di che cibarsi.

12. Passer montanus Briss. Passera mattuggia. Nidifica in quantità straordinaria nei vecchi caseggiati spàrsi nella campagna ove vive esclusivamente.

5a. famiglia. Coccothraustes

13. Chloris hortensis (Ligurnius chloris Kch.) Verdone. Volg. Ceranto. Questa specie nidifica in ispecialita sui cipressi. È abbastanza frequente.

14. Coccothraustes vulgaris Viel. Frosone. Beccofrosone. Volg. Sfrison. Uccello di passo che si fa vedere in Ottobre ed in Novembre con mediocre frequenza. Talvolta però si trattiene fino nella primavera ed allora nidifica.

12a. famiglia. Emberizae

15. Miliaria europaea Sivs. Strillozzo. In primavera frequente; non tanto nell'autunno.

16. Emberiza-Glycyspina-hortulana L. Ortolano. Volg. Zippo. Uccello che nidifica presso di noi. È mediocremente frequente.

17. 18.JEmberiza citrinella L. Zigolo giallo. — Emberiza glycyspina cia L. Zigolo muciatto. Queste specie non molto frequenti si fan vedere in autunno quali uccelli di passo.

19. Euspiza melanocephala (Passerina melanocephala Scp.) Zigolo capinero. Volg. Cento ziroli. Nidifica abbondantemente.

20. Cynchramus schoeniclus. Migliarino di padule. Trovasi nelle valli, specialmente ove crescono le cannelle di palude ed ove [56] trovansi campi coperti di culmi di cereali. Non posso precisare se nidifichi o se sia uccello solamente di passaggio. Io però l'osservai solamente nell'autunno.

13a. famiglia. Alaudae.

21. Melanocorypha calandra Boi. Calandra. Nidifica e vive da poi in quantità sterminate.

22. Chloris arborea. Tottavilla. Mattolina. Volg. Lodolina. Nidifica. Viene però anche quale uccello di passo nell'autunno. Vive nelle praterie in branchi non molto numerosi» non superando il numero di 20 individui per branco.

23. Calandritis (calandrella) brackydactila Kaup. Calandrella. Non è sì frequente come la precedente. Non mi risulta con certezza sei questo specie nidifichi nel nostro agro, il che io dubito, essendo quest'uccello più frequente nell'autunno che nell'estate.

24. Galerita cristata Boi. Cappellaccia. Volg. Cappellua. Nidifica presso di noi. Questo uccello vive quasi sempre solo ed al più accompagnato ad un solo individuo di sesso differente.

25. Alauda arvensis L. Panterana. Volg. Lodola. Uccello che nidifica abbondantemente presso di noi.

Ordine III. Coracirestres. 2a. famiglia. Sturni.

26. Sturnus vulgaris L. Stornello. In Istria questa specie non vedesi che nel tardo autunno e nell'inverno quando comparisce in istormi enormi. Non nidifica.

27. Pastar roseus Tem. Storno roseo, Storno marino. Volg. Merlo color di rosa. Viene in queste regioni nell'estate, autunno ed inverno quale uccello di passo. È però molto raro.

4a. famiglia. Orioli.

28. Oriolus galbula L. Rigogolo, Volg. Beccafico giallo. Questo uccello non vedesi costì che nella primavera e nell'estate, nell'epoca cioè della nidificazione. In queste stagioni è abbastanza frequente, mentre nell'autunno e nell'inverno, trasmigrando egli altrove, diviene rarissimo.

6a. famiglia. Coraces.

29. Corax nobilis (corvus corax L.) Corvo imperiale. Nidifica [57] sugli alti alberi e trovasi in tutte le stagioni con mediocre frequenza.

30. 31. 32. Corvus corone L. Cornacchia nera. — Corvus cornix L. Mulacchia, Cornacchia. Frugilegus — segetum. Corvo frugilego. Queste specie che talvolta nidificano in questi paesi, trovansi costà specialmente nell'autunno avanzato in istorini composti di numerosi individui. Cagionano danni rilevanti nelle messi e specialmente negli oliveti cibandosi con predilezione delle olive. La caccia che loro si da è allo scopo di liberarsi d'un nemico dannoso.

7a. famiglia. Garruli.

93. Pica caudata L. Gazea. Volg. Checca. Nidifica specialmente nei boschi di Salvore. È specie in tutte le stagioni abbondante.

34. Garrulus glandarius Viel. Ghiandaja d'Europa. Volg. Loja. Quest'uccello nidifica nei boschi del Carso di Castelvenere e di Salvore. Trovasi però quale uccello stazionario in tutte le stagioni, vivendo sugli alberi quercini, assordando colle sue disgustose grida.

Schiera II. Captantes.

Ordine IV. Raptatores. 1a. famiglia. Falcones.

35. Falco communis Gm. (Falco peregrinus). Falcone. Non consta a me se questa specie nidifichi nelle parti interne dell'Istria. Nel piranese ciò non avviene di sicuro, non comparendo questo uccello che in rari esemplari e ciò nel solo inverno.

36. Hypotriorchis subbuteo. Lodolajo. Non l'osservai mai, però ritengo che nell'inverno questa specie in rari esemplari deve trovarsi costà dì passaggio.

37. Tinnuneuius alandarius (Falco tinnuneulus L. Gheppio. Falco delle torri. — Nidifica costà. Ne ricevetti pochi anni or sono due individui giovani tolti da un nido scoperto sulle cosiddette "Belle grotte" nella valle di Sicciole. Talvolta nidifica nelle torri, come avvenne d'uno che preparai or saran 12 anni, nato sul campanile di Capodistria, e come avviene in ogni primavera sulle mura venete ohe torreggiano sul oolle di Pirano e negli archi che [58] sostengono la spianata del Duomo verso il mare. Ad onta di ciò quest'uccello non è molto frequente.

38. Tinnunculus Cenchris. Grillajo. Questa specie io non la conosco, non avendone mai avuto in mano un individuo. Credo però che di questo animale si trattasse; quando or saran 8 anni in autunno avanzato io dava la caccia ad uno stormo di cirea 15 falchetti che ferivano l'occhio pel color rosso mattone del dorso e del petto. Questa specie sarebbe rarissima, nè mai nidificherebbe costà.

39. Falco aesalon Gm. È specie ch'io non conosco. La pongo fra le nostrane in base all'opinione dell'egregio Dr. de Marchesetti, che tale la ritiene. \

2a. famiglia. Acciprites.

40. Nisus communis (Accipiter nisus Pall.) Sparviero. Ad onta ch'io non abbia mai veduto nidi di quest'uccello, ritengo però che nidifichi. È specie frequente specialmente nell'autunno.

41. Astur palumbarius Bchst. Astore. Sulla testimonianza del Dr. de Marchesetti, che asserisce trovarsene un esemplare nel civico museo zoologico di Trieste, come proveniente da queste Provincie, pongo questo uccello fra i nostrani. Io però non ebbi mai l'occasione d'osservarne uno.

3a. famiglia. Aquilae.

42. 43. Aquila fulva L. Aquila fulva. — Aquila chrysaètos Brehm. Aquila dorata. — Di queste due aquile in qualche inverno nevigoso ne vennero uccisi rari esemplari, ch'io vidi. Questa specie non nidifica mai.

4a. famiglia. Milvi.

44. Strigipes pallidus. Albanella pallida. Uccello rarissimo di cui ebbi campo d'osservarne e di prepararne uno solo nell'inverno di 5 anni or sono. Quell'esemplare venne ucciso nella valle di Siociole.

45. Circus cineraceus Nanm. (Circus rufus). Falco di padule. È uccello raro in queste parti, che si fa vedere come uccello di passo nell'inverno.

5a. famiglia. Buteones.

46. Butea vulgaris Bchst. Pojana. Uccello di passo di mediocre frequenza. In queste regioni comparisce nell'autunno precoce. [59]

9a. famiglia. Vultures.

47. Gyps fulvus Gray, Grifone. L'egregio Dr. de Marchesetti mi comunica gentilmente, trovarsi un esemplare di questa specie nel Museo civico Zoologico di Trieste, come proveniente da questi luoghi. A quanto a me consta, quest'uccello non si fece mai vedere nell'agro piranese, ma bensì mi venne narrato che in rari esemplari vive sul Monte Maggiore ove puranco nidifica. Questa notizia però, io do con fotta la possibile riserva, in attesa che gentile persona me ne dia più preciso conto.

11a. famiglia. Surniae.

48. Athene noctua. Civetta. Quest'uccello nidifica in copia nell'agro piranese e serve nell'uccellagione quale spauracchio per far gridare i tordi di richiamo. Frequente in primavera, questa specie si rende rara nell'autunno.

49. Microptynx passerina, Strie passerina Savi. Civetta passerina. È uccello poco frequente, che nidifica, e che diviene raro nell'autunno.

12a. famiglia. Bubones.

50. Bubo maximus Flem. Gufo reale. Specie dì passo, alquanto rara e che si fa vedere nel tardo autunno e nell'inverno.

51. Otus sylvestris. Allocco. Senza ch'io lo possa affermare ritengo che quest'uccello nidifichi presso di noi, essendo frequente in tutte le stagioni.

52. Ephialtes scops K. e Bl. Scops carniolica. Assiolo. Specie che ancor non mi fu dato di studiare, e ch'io pongo fra le nostrane in base all'opinione del Dr. Marchesetti.

13a. famiglia. Striges.

53. Syrnium aluco Brehm. Gufo selvatico. Specie non molto frequente e ohe ritengo nidifichi costa, trovandosi in queste campagne in tutte le stagioni.

54. Strix flammea, L. Barbagianni. Sebbene io non possa decisivamente negarlo, ritengo che questa specie non nidifichi nel territorio piranese, essendo uccello di passo, che talvolta e precisamente in Salvore viene in branchi numerosi e solamente nel-l'autunno o nell'inverno. [60]

Ordine V. Hiantes. 1a. famiglia. Hirundines.

55. Cecropia rustica, Hyrundo rustica L. Rondine rustica. Questa rondine non è molto frequente nella città di Pirano, ritengo che sia più frequente nelle campagne. Diffatto nelle cave della valle di Sicciole queste uccello fa i nidi fino entro le stanze.

56. Chelidon urbica. Balestruccio. È frequentissima nella città di Pirano. È inutile raggiungere che nidifica,

2a. famiglia. Cypseli.

57. Cypselus opus Ill. Rondone. Frequentissimo quest'uccello nidifica sulle torri delle venete muraglie e sul campanile di Pirano.

58. Cypselus melba Il. Rondone alpino. Io non conosco questa specie che vive in paesi alpini. L'annovero fra le nostrane in base all'autorità dell'egregio Dr. de Marchesetti che tale la ritiene.

3a. famiglia. Caprimulgi.

59. Cqprimulgus punctatus. C. europaeus L. Succiacapre. Volg. Bocca in cao. Quest'uccello nidifica in questi paesi e non è molto raro.

Ordine VI. Oscìnes. 1a. famiglia. Lanii.

60. Lanius excubitor L. Averla maggiore. È specie di passaggio alquanto rara Talvolta però nidifica. Trovasi in tutti i mesi dell'anno.

61. Lanius minor L. Averla cinerina. Quest'uccello nidifica e trovasi frequentissimo in primavera.

62. Enneoctonus collurio. Lanius collurio L. Averla piccola. Quest'animale molto più frequente del precedente trovasi costà nei mesi di Aprile e di Maggio quando nidifica. Nell'autunno non ne rimane in questi paesi nemmeno un esemplare.

10a. famiglia. Bombycillae.

64. Bombycilla garrula. Beccofrusone d'Europa. È uccello raro presso di noi, che si fa vedere talora come uccello di passo nei freddi inverni. [61]

13a. famiglia Humicolae

64. 65. Luscinia philomela L. Usignuolo comune. — Luscinia major. Usignuolo maggiore. Questi uccèlli nidificano nel piranese e nell'Istria abbondantemente e si trovano in tutte le stagioni.

66. Rubecula sylvestris Erythacus rubecula Macq. Pettirosso. È uccello di passaggio frequente in autunno e primavera. Io non osservai mai nidi di questa specie.

67. Cyanecula suecica Brehm. Pettazzurro. Mi mancano osservazioni intorno a quest'uccello presso di noi rarissimo. Se comparisce fra le specie nostrane, ciò avviene in base all'opinione del Dr. de Marchesetti.

14a. famiglia. Monticolae

68. Ruticilla atra (tithys) Brehm. Codirosso spazzacamino. Uccello di passo, non molto frequente. Si fa vedere nell'autunno e nell'inverno.

69. Ruticilla phoenicura Bp. Codirosso. Specie pure di passaggio poco frequente. Arriva nei mesi di Ottobre e Novembre.

70. 71. Pratincola rubicolla. Pr. rubetra Kch. Stiaccino. Uccello di passaggio. In numero mediocre arriva nell'autunno.

72. Saxicola oenanthe Bchst. Culbianco Questa specie è una delle più frequenti che di passaggio arrivino nell'autunno. Difatto non si fa passo sulle costiere di Castelvenere o di Salvore nella seconda metà di Settembre o nella prima di Ottobre senza imbattersi in questi graziosi uccelletti, ohe piaciono per l'eleganza dell'abito e per la delicatezza delle carni.

73. 74. Saxicola aurita. Monachella. — Saxicola stapazina. Culbianco dalla gola nera. Uccelli di passo che vengono in questo agro in mediocre quantità uniti alla Saxicola oenanthe, nel Settembre ed Ottobre.

75. Petrocincla saxatilis (Monticola saxatilis Boi.) Codirossone. Volg. Codirosso di montagna. Uccello di passo. Arriva nell'inverno. Rarissimo.

76. Petrocincla cyana. (Monticola cyana Cab.) Passero solitario. Uccello pure di passo. Meno raro del precedente, questo uccello quasi ogni anno nell'inverno si fa vedere in questa città, abitando a preferenza gli spaldi dei veneti torrioni o la torre delle campane.

15a. famiglia. Turdi.

77. Turdus viscivorus L. Tordella. Gineprone. Uccello di passo [62] di mediocre frequenza che si fa vedere nei mesi di Novembre e Dicembre.

78. Turdus musicus L. Tordo, tordo bottaccio. Uccello di passo. Comunissimo in autunno ed inverno. Ad onta che quest'uccello sia qui solamente di passaggio, pel soffermarsi di alcuni individui fino al Maggio, ne nasce che tale uccello talvolta depone le uova e ne alleva i nascenti. Questa cosa comune anche al fringuello è prova come col cangiarsi dei climi a'acclimatizzino a questi paesi uccelli che prima erano solamente migratori.

79. Turdus pilaris L. Cesena, Torna gazzina. Uccello di passo, che arriva costà nell'Ottobre e Novembre, meno frequentemente però del precedente.

80. Turdus iliacus L. Tordo massello. Più frequente del T. pilaris, quost'uccello viene assieme al T. musicus nell'autunno e nell'inverno e con esso si trattiene talvolta fino nella primavera, nei qual caso depone le uova.

81. Turdus torquatus L. Merlo del petto bianco. Uccello di passo. Arriva nell'autunno. Rarissimo.

82. Merla vulgaris. — Turdus menda L. Merlo. Questa specie nidifica nelle nostre campagne ed è frequentissima in tutto l'anno.

18a. famiglia. Cineli.

83. Cinclus aguaticus Bechst. Merlo aquatico. È uccello rarissimo presso di noi. Lo pongo fra i nostrani in base alla pregiata opinione dell'egregio Direttore Dr. de Marchesetti.

22a. famiglia. Sylviae.

84. Curruca hortensis. Bigione o beccafico. È uccello comunissimo specialmente nel territorio d'Isola, ove viene preso col vischio e poi venduto sul mercato di Trieste. Arriva costà di passo. Se ne trovano però rari individui nella primavera.

85. Curruca atricapilla Sep. Capinero. È uccello a preferenza di passaggio. Trovasi però anche nella primavera in rari individui. L'epoca del suo arrivo è, come pella specie superiore, l'autunno, ed allora è mediocremente frequente.

. Oltre alle due menzionate Curruche meno frequentemente incontriamo le seguenti specie, che arrivano come uccelli di passo nell'autunno. 86. 87. 88. 89. Curruca cinerea (Sylvia cinerea Lath.) [68] Sterpazzola. — Curruca nisoria. Celega padovana. Curruca orphea, Bigiagrossa. —- Curruca garrula. Bigiarella.

23a. famiglia. Phylloscopi.

90. Hyppolais hortensis. Beccafico canepino. Volg. Fabbro. Specie che costà rinviensi nell'autunno avanzato e nell'inverno con mediocre frequenza. Non nidifica.

24a. famiglia. Calamodytae.

91. 92. Acrocephalus turdoides Cab. Acrocephalus palustris Cab. Canareccioni. Questi uccelli sono abbastanza frequenti nei canneti della valle di Sicciole. Non nidificano costà e come uccelli di passo sono frequenti nell'autunno.

93. Calamodyta phragmitis M. V. Forapaglie. Quest'uccello è meno frequente del precedente e come quello viene da noi nel tardo estate e nell'autunno, passando la sua vita fra i canneti ed i giunchi. Non nidifica.

25a. famiglia. Drymoicae.

94. Cisticola schaenicola Bp. Beccamoschino. Questa specie ch'io non conosco, è secondo il Dr. Marchesetti nostrana.

26a. famiglia. Troglodytae.

95. Troglodytes parvulus Kch. Reattino. Comunissimo in tutte le stagioni.

27a. famiglia. Anthi.

96. Anthus pratensis L. Pispola. Volg. Zivo, Fisto. È uccello di passaggio che arriva costà in autunno in branchi numerosissimi, e ohe si trattiene sino nella primavera.

Altri Ànthus, meno frequenti di questo sopramenzionato, e che pure arrivano come uccelli di passo nell'autunno, sono i seguenti:

97. 98. 99. Ànthus arboreus Bchst. Prispolone. — Anthus Bchst. Calandro. — Anthus spinoletta Bp. Spioncello,

28a. famiglia. Motacillae.

100. Motacilla alba L. Ballerina. Uccello di passo ohe si fa vedere nell'autunno e che è frequentissimo specialmente ove trovarsi terreni di redente lavorati. [64]

101. Colobates sulphurea. Cutrettole. Volg. Scassacoda. Uccello comune in ogni stagione. Non posso precisare se nidifichi costà.

29a. famiglia. Accentores.

102. 103, Accentor alpinus Bchst. Sordone. — Accentor (Tharrhaleus) modularis Bchst. Passera scopajola. Queste due specie figurano in questo elenco fra le nostrane in base all'opinione dell'egregio Direttore Dr. de Marchesetti. Io ritengo però queste specie come rare nell'Istria, il che dipender faccio dal nidificar esse sugli alti monti e principalmente sulle giogaje alpine, da cui scendono al piano solamente nel tardo autunno., Questi uccelli sono frequentissimi invece nelle vicine provincie italiane.

30a. famiglia. Pari.

104. Regulus cristatus K. e Ch. Regolo. Uccello frequentissimo, che vive in questi paesi in ogni stagione. Nidifica.

105. Regulus ignicapillus. Fiorancino. Volg. Pri. Meno frequente del R. cristatus, trovasi quest'uccellino in tutte le stagioni. Nidifica.

106. 107. Aegithalus pendulinus Boi. Pendolino o fiaschettone. — Panurus biarmicus. Bassettino. Questi due uccelli trovansi presso di noi, ma in iscarso numero. Non nidificano, ma vengono d'oltralpe all'epoca dell'immigrazione.

108. Orites caudatus. Cincia codona. Nel Piranese. Volg. Moneghela. Viene talvolta in branchi sterminati all'epoca dell'immigrazione autunnale, formando la disperazione degli uccellatori di cincie e di fringuelli pella facilità colla quale si getta sulle panie, imbrattandole di piume, e non recando alcun utile.

109. Parus major L. Cincia maggiore. Volg. Parussola, parussoloto. È uccello migratore a preferenza, che però nidifica specialmente nella valle di Siciole nei salici vecchi corrosi dal Melolonta. Forma nell'autunno uno dei maggiori divertimenti dei nostri ragazzi, che si danno all'uccellagione di questo animale con vera passione. Arriva talvolta in branchi di 200-300 individui.

110. Parus cyanistes coeruleus L. Cinciarella. Volg. Parussolina. Questa specie nidifica pure, ma è però decisivamente uccello immigratore, arrivando in branchi di molti individui nell'autunno.

Oltre ai Paris notati qui sopra, arrivano talvolta all'epoca dell'immigrazione autunnale altre specie, ch'or non mi è dato di decifrare, ma che a tempo opportuno non mancherò di fare.[65]

Schiera III. Investigatores.

Ordine VII. Scansores. 5a. famiglia. Upupae.

111. Upupa epops L. Upupa. Bubbola. Volg. Galletto di montagna. È uccello frequente nell'estate. Non consta a me se nidifichi.

8a. famiglia. Sittae.

112. Sitta europaea L. Picchio muratore. È uccello raro in questo territorio che si fa vedere come uccello di passo nell'autunno.

10a. famiglia Scandentes.

113. Certhia familiaris. Rampichino. Quest'uccello non nidifica costà. Trovasi di passo nell'autunno in rari esemplari nella valle di Sicciole sulle cosiddette "Bellegrotte".

13a. famiglia. Pici.

114. Ficus major L. Picchio rosso maggiore. Volg. Beccazocco. Trovasi nel nostro territorio non molto frequentemente. Come uccello di passo si fa vedere nell'autunno.

115. Ficus medius L. Picchio rosso mezzano. Come il precedente è uccello di passo alquanto raro e che costà rinviensi nell'autunno.

14a. famiglia. Gecini.

116. Gecinus viridis (Picus viridis L.) Picchio verde. Questa specie è molto rara. Io non ne vidi che un solo individuo nel» l'autunno del 1868, quale uccello di passo.

17a. famiglia. Iynges.

117. Iynx torquilla L. Torcicollo. Volg. Formichiere. Questo uccello trovasi nell'agro piranese in tutte le stagioni. Nidifica in copia. Nell'autunno è ricercatissimo attesa la squisitezza della carni.

Ordine IX. Levirostres. 1a. famiglia. Meropes

118. Merops apiaster L. Gruccione. Volg. Taraforno. Nidifica nell'agro piranese forando allo scopo le sponde del fiume Dragogna [66] nella valle di Siciole fino alla profondità di oltre 61 centimetri in direzione orizzontale. Arriva in primavera contemporaneamente alle rondini in istormi formati da moltissimi individui. Fatto il nido ed allevati i nascenti se ne parte, non restandone alla fine dell'estate uno solo.

2a. famiglia. Coracii.

119. Coracias garrulus L. Ghiandaja o Gazza marina. Volg. Corvo verde. È uccello alquanto raro che visita a preferenza i boschi quercini di Salvore. Sebbene a me non consti direttamente, però pel rinvenirsi quest'uccello dall'autunno sino a tarda primavera devo ritenere che nidifichi nel nostro territorio.

6a. famiglia. Alcedines.

120. Alcedo ispida L. Uccello Santa Maria, Re pescatore, Martin pescatore, Volg. Piombin. È comune specialmente nei fiumi della valle salifera di Siciole. Si trova in tutte le stagioni. Non mi fu dato però di vederne i nidi.

12a. famiglia. Cuculi.

121. Cuvulus canorus L. Cuculo comune. Volg. Cuco, Cucù. Uccello di mediocre frequenza. Trovasi nella primavera e nell'estate, nidificando a modo suo nel territorio.

Schiera. IV. Cursores.

Ordine X. Gyratores. 2a. famiglia. Columbae.

122. Palumbus torquatus. Colombaccio. Volg. Colombo giandér. Uccello di passo che costà arriva nel tardo autunno e che sparisce nell'iniziarsi nella primavera. Non nidifica. È frequente all'epoca della sua dimora nei nostro Carso, abitando a preferenza i boschi di quercie coi frutti delle quali si nutre.

123. Columba oenas. Columbella. È uccello di passo poco frequente che da noi viene nel tardo autunno e nell'inverno.

124. Columba livia Bris. Piccione torrajolo. Volg. Colombo selvatico. È uccello di passaggio ma anche stazionario. Nidifica copiosamente negli antri del Carso di Salvore e di Castelvenere. [67]

4a. famiglia. Turtures.

135. Turtur auritus Gray. Tortora. È uccello che nidifica presso di noi e che trovasi frequentemente in tutte le stagioni.

126. Streptopeleja risoria. Tortora dal collare. Quest'uccello esotico è allevato in ischiavitù e nidifica con facilità. È comune in Pirano.

Ordine XI. Basores. 2a. famiglia. Tetraones.

127. Bonasia sylvestris. Francolino di monte. È uccello rarissimo presso di noi. L'ultimo individuo che si fece vedere in questo territorio fu ucciso da mio padre or saran circa 20 anni.

3a. famiglia. Perdices.

128. Caccabis saxatilis (Perdix saxatilis Mey.) Coturnice. Co-torno. Nell'agro piranese quest'uccello comparisce di rado e sempre all'epoca dell'immigrazione autunnale.

129. Caccabis rubra. Pernice comune. È uccello comunissimo nell'agro piranese, che nidifica e che trovasi in tutte le stagioni. Talvolta però ne giungono branchi di passaggio, formati da un numero immenso d'individui.

130. Perdix cinerea. Starna Perdix Bp. Starna cinerea. Starna. Come la specie precedente quest'uccello nidifica in questo territorio e talvolta viene di passaggio nella stagione autunnale.

5a. famiglia. Coturnices.

131. Coturnix communis Bon. Quaglia. Questa specie nidifica ed è nello stesso tempo uccello di passaggio frequentissimo nell'autunno e nell'estate avanzata.

8a. famiglia. Galli.

132. Gallus domesticus. Gallo. Il nostro gallo non forma un tipo veramente caratteristico a questa provincia, che si possa porre in confronto alle specie di galli che ci offrono le provincie vicine d'Italia. Infatti noi abbiamo galli di tutte le dimensioni, di tutte le tinte, di tutte le forme, con penne alle zampe o senza. Questa mancanza d'un vero tipo istriano di galli dipende dall'aversi in diverse epoche incrociato l'esile razza istriana originaria, caratterizzata da piccoli galli e galline di tutti i colori, senza penne [68] alle zampe, con gresse razze provenienti dalla Cocincina oppure dalla provincia di Padova.

10a. famiglia. Pavones.

133. Pavo cristatus. Pavone comune. Di rado scorgesi questo uccello domestico nelle nostre fattorie.

11a. famiglia. Numidae.

134. Numida meleagris. Gallina di Faraone. Come i pavoni questi uccelli domestici non garbano ai fattori istriani pel razzolare che fanno sui tetti dei caseggiati, ove smuovono gli embrici per cercarvi sotto i piccoli animali di cui si nutrono.

12a. famiglia. Meleagrides.

135. Meleagris gallopavo. Tacchino. Volg. Dindio. Quest'uccello proveniente dall'America settentrionale, ove specialmente nelle foreste vergini del Canadà ancor presentemente trovasi allo stato d'indipendenza, vive domestico presso di noi, ed è frequente dovunque.

Ordine XIII. Grallatores. 3a. famiglia. Tracheliae.

136. Glareola pratincola Leach. Pernice di mare. Quest'uccello frequente sulle sponde del Mar nero, non venne da me mai veduto in queste regioni. Io lo pongo però fra i nostrani in base a gentile riferta del Direttore Dr. Carlo de Marchesetti, che mi comunica trovarsene un esemplare nel civico Museo zoologico di Trieste, quale proveniente da queste parti. Dovrebbe essere uccello ; di passo.

4a. famiglia Charadrii.

137. Garadrius pluvialis L. Piviere. Uccello di passo che alquanto raramente arriva da noi nell'autunno, vivendo a quella epoca negli estuarii delle saline.

138. Aegialithes minor Boi. Corriere piccolo. È uccello comunissimo, che vive in branchi composti da numerosi individui sulle paludi dinanzi alle Saline di Sicciole. È più frequente nell'autunno ed inverno, ma trovandosi in tutte le stagioni devo ritenere che nidifichi, sebbene a me per proprie osservazioni finora non consti. [69]

5a. famiglia. Oedicnemi.

139. Oedicnemus crepitans. Occhione, Corridore. È uccello di passo. Si fa vedere nell'autunno e nell'inverno, però raramente.

6a. famiglia. Fanelli.

140.- Vanellus cristatus. Tifa. Volg. Pavoncella. Viene nell'autunno avanzato come uccello di passaggio in branchi composti di 50 a 100 individui.

9a. famiglia. Limicolae.

141. Scolopax rusticola L. Beccaccia. Volg. Gallinazza. Questo accollo si fa vedere in tutta l'Istria quale uccello immigratore nell'Ottobre e nel Novembre, come pure in Aprile all'epoca del ritorno. In altri tempi frequentissimo in quelle stagioni, or è divenuto in qualche anno una vera rarità.

142. Gallinago scolapacinus Bp. Beccaccia. Volg. Beccanotto. Specie immigrante che presso di noi rinviensi nell'autunno e nell'inverno. Poco frequente.

143. Philolimnos gallinula Bp. Beccaccino minore. Uccello di passo che come il precedente arriva costà in autunno. È più rara di quello.

10a. famiglia. Tringae.

144. Calidris arenaria. Calidra arenaria. Uccello di passo, che nell'autunno ed inverno vive in grandi frotte sulle paludi dinanzi le saline di Sicciole.

145. Philomachus pugnax Cuv. Specie rara, che quale uccello immigrante si fa vedere nel tardo autunno.

12a. famiglia. Totani.

Questa famiglia è rappresentata da diverse specie di differenti dimensioni e tinte, che vivono tutte sì nelle saline che sulle paludi dinanzi queste. Tutti sono uccelli di passo e costà vengono nell'autunno e nell'inverno. Le principali sarebbero:

146. Totanus ochropus Tem. Piro-piro cul bianco,

147. Totanus glareola Tem. Piro-piro boscareccio, 14S. Totanus fuscus Bechst. Chiò-chiò,

149. Totanus stagnatilis Bechst. Piro-piro gambe lunghe.

150. Limosa aegocephala Leach. Pitima. In base all'opinione del Dr. de Marchesetti pongo pure questa specie, ch'io ancora non [70] ebbi campo di osservare, fra le nostrane. È uccello di passo autunnale.

151. Hypsobates himantopus (Himantopus candidus Bon.) Cavalier d'Italia. Specie immigrante alquanto rara. Arriva nell'autunno.

14a. famiglia. Numeriti.

152. Numenius arquatus Lath. Chiurlo maggiore. Arcase. Uccello di passaggio. Viene nell'autunno non molto di raro e vive sulle paludi dinanzi alle saline di Sicciole.

15a. famiglia. Ibides.

153. Falcinellus igneus. Falcinello comune. Questa specie alquanto rara, si fa vedere come uccello immigratore nell'inverno, specialmente sulle spiagge di Salvore.

16a. famiglia. Platalcae.

154. Platalea leucorodia L. Spatola. Uccello di passo che talvolta, però molto di rado si fa vedere in queste parti nell'inverno avanzato.

19a. famiglia. Ciconiae.

155. Ciconia alba Will. Cicogna bianca. È rarissima in Istria. Nelle paludi di Lemme molti anni or sono ne comparì una che venne uccisa, come pure avvenne d'un'altra 4 anni fa, che un cacciatore bujese scorse nella valle del Quieto. Ambedue questi individui vennero uccisi nel verno avanzato.

20a. famiglia. Ardeae.

156. Ardea cinerea L. Airone comune. Si fa vedere abbastanza di frequente nella valle di Siociole e nei prati di Salvore nell'autunno tardo e nell'epoca del ripasso, cioè in Aprile. Non nidifica.

157. Ardea purpurea L. Airone purpureo. Più rado del precedente, quest'uccello si fa vedere nelle stesse epoche a preferenza in Salvore. Sebbene qui si trovi anche come il comune in primavera, come quello però non nidifica.

158. Herodias alba (Egretta alba Bp.) Airone maggio o Sgarza bianca maggiore. Come i precedenti quest'uccello non molto raro si fa vedere in autunno ed in primavera, sì nella valle di Sicciole, che in Salvore. Non nidifica. [71]

159. Herodias garzetta (Egretta garzetta Bp.) Airone minore, Garzetta. È alquanto più frequente dei precedenti ed ha le stesse epoche di sua comparsa.

160. Ardeola minuta (Ardetta minuta Gray.) Nonnotto. Uccello frequente nell'autunno lungo le sponde del Dragogna, però viene da noi puranco in primavera. Non nidifica.

161. Botaurus stellaris Steph. Cappon di paludi. Volg. Tarabuso. Specie poco frequente che pure arriva in autunno ed in primavera. Mi venne fatto credere che talvolta nidifichi sulle paludi di Grado e di Aquileja. Diffatti il Museo di Storia naturale dell'i. r. Ginnasio superiore di Capodistria possedeva e forse tuttora possiede un uovo di quest'uccello raccolto sulle paludi Portobuso.

162. Nicticorax grisea L. Sgarza nitticosa. Uccello molto raro. Viene a preferenza in primavera. Non nidifica.

22a. famiglia. Grues.

163. Gruw cinerea. L. Gru comune. Questi uccelli passano in istormi numerosi ad altezze enormi sopra le nostre campagne e sol di rado forse per riposare o per acquistare le forze necessarie all'ulteriore viaggio calano sul terreno. È in Salvore che talora riesce d'ucciderne qualcheduna, come avvenne di quella ch'io dieci anni or sono donai al Ginnasio di Capodistria.

26a. famiglia. Ralli.

164. Rallus aquaticus. Rallo acquatico. Volg. Ralletto, Sfarzana. Questa specie è comunissima nell'autunno e nell'inverno e talvolta nell'estate. Non nidifica. Abita a preferenza i fossi della valle di Sicciole.

165. Orydometro parzana L. Volg. Sfarzanella, Quirino Uccello frequente nell'autunno come immigratore e nella primavera all'epoca del ripasso. Non nidifica.

166. Crex pratensis Bchst. Re di quaglie. Volg. Requajo. Specie in qualche anno frequente ed in qualche anno rara. È uccello di passo che costà arriva in Settembre e che coll'iniziarsi dei giorni freddi emigra per climi più caldi.

28a. famiglia. Gallinulae.

167. Fulica atra L. Folaga. Uccello alquanto raro, che comparisce nell'autunno avanzato. [72]

168. Stagnicola chloropus (Gallinula chloropus Lath.) Sciabica. Specie immigrante rarissima nell'agro piranese. Arriva nell'autunno.

Schiera V. Natatores.

Ordine XIV. Lamellirostres. 2a. famiglia. Cygni.

169. Cygnus tnusicus. Cigno selvatico. Quest'uccello si fa vedere talvolta come uccello di passo nell'inverno avanzato. Però è poco comune. Or son venti anni decorsi dall'epoca che sul mare dinanzi Pirano ne arrivò un branco di 16 individui circa. Da quell'anno si fecero di rado vedere e solo già 10 anni mio padre ne scorse 6 nella valle di Sicciole. Nello stesso inverno nella valle Sermin presso Capodistria ne comparve un branco e ne venne ucciso uno, ch'io preparai pel Museo del Ginnasio di quella città. In questo frattempo questi uccelli divennero per noi una rarità, quando in questo anno 1878 e se non erro in Gennaio, ne arrivò un branco nel mare dinanzi Albona, restandone uccisi due, che mi fu dato di vedere ed esaminare.

3a. famiglia. Anseres.

170. Anser cinereus. Oca paglietana od oca selvatica. Questi uccelli che passano in autunno ad enormi altezze sopra di noi, negli inverni nevicosi, e perciò freddissimi, calano talvolta nella valle di Sicciole ed in Salvore. Ciò avviene però molto di raro.

4a. famiglia. Anates.

171. Anas boschas L. Germano reale. Anitra selvatica. Volg. Mazzurin. Quest'uccello che nidifica sulle paludi di Grado e di Venezia, non viene presso di noi che nell'inverno in branchi d'un numero sterminato d'individui. Durante il giorno riposa sulle onde dinanzi alle spiaggie del porto "La Madonna delle Rose", mentre a notte fatta prende il volo per recarsi sulle vicine saline ove trova ottimo pascolo. I branchi sono formati di migliaja d'individui, sicchè quando spaventati si sollevano volando dal mare, sembra che una procella si scateni nell'aere, sì forte è lo strepito che il loro sbattere d'ali produce.

Una varietà di questa specie, ch'io però ritengo appartenente a questa, è quella che i nostri cacciatori distinguono col nome di [73] Capifossi, che dalla comuni Anas boschas si distingue per minor mole e per il capo che porta una tinta color mattone.

172. Anas creca (Querquedula creca Steph.) Alzavola. Volg. Sarzegna (forse dal francese Sarcelle). Uccello molto frequente che talvolta arriva in inverno e che allora rinviensi nella valle di Sicciole lungo le sponde del Dragogna e nei laghetti del Carso. Non nidifica.

173. Durante l'inverno è abbastanza comune la pìccola Alzavola ed anche in quest'anno ne osservai un branco. Non conosco il loro nome latino.

5a. famiglia. Fuligolae.

174. 177. Fuligola cristata Gr. Fuligola cristata. Bucephala clangula Gr. Queste due specie che mai mi fu dato d'osservare. pongo fra le due nostrane sovra testimonianza del Dr. de Marchesetti, che gentilmente mi comunica trovarsi nel Museo civico triestino di Storia naturale due esemplari provenienti da questi paesi.

6a. famiglia. Mergi.

176. Mergus serrator L. Smergo. Volg. Farfisetto. È uccello abbastanza frequente nell'inverno, che vive sulle paludi coperte dal mare dinanzi alle saline di Sicciole. Non nidifica.

177. Mergus albellus, Pesciajola. È alquanto raro sul nostro mare. L'ultimo esemplare venne ucciso or saranno 12 anni. Arriva nell'inverno e vive pure sulle paludi del porto "La Madonna delle Rose".

Ordine XV. Longipennes. 1a. famiglia. Sternae.

178. Sylochelidon caspia. Sterna maggiore. Volg. Cricchetto. È frequente nell'autunno ed inverno. Coll'avvicinarsi della primavera si reca altrove.

179. Sterna hyrundo. ritorna. Non è si frequente come la precedente e come quella si fa vedere a preferenza nell'autunno avanzato e nell'inverno.

180. Sternula minuta. Fraticello. Specie molto rara. Arriva essa pure nell'autunno avanzato e nell'inverno.

181. Hydrochelidon nigra. Mignattino. Quest'uccello arriva da noi nella primavera avanzata e nell'estate. Io devo perciò [74] ritenere che esso deponga le uova sulle nostre spiagge, ad onta ch'io ancor non ne abbia osservato alcun nido. È specie poco frequente. Sparisce nell'autunno e nell'inverno.

3a. famiglia. Lari.

182. Larus marinus. Mugnajaccio. Specie che da noi arriva nell'autunno e nell'inverno. Non è molto frequente. Non nidifica.

183. Larus argentatus. Gabbiano reale. Volg. Coccal. É la specie più frequente di gabbiani che vive sul nostro mare. Questi uccelli comunissimi nell'autunno e nell'inverno, ma rari nelle altre parti dell'anno, non nidificano presso di noi, e neppure all'epoca della loro dimora costà, passano la notte sulle nostre spiagge, essendo che all'imbrunire si radunano a branchi e pigliano il volo per le paludi di Grado e di Aquileja ove pigliano il sonno, per poi nel mattino veniente ritornare nella nostra rada a formare la disperazione degli allevatori di pesce.

184. Cronocephalus ridibundus Egt. Gabbiano comune. Questa specie non viene nell'inverno, ma invece arriva qui in Marzo ed Aprile, per poi dei tutto sparire.

185. 186. Altra specie di Larus sarebbero il Larus canus, il Larus leucocephalus Lichst, e molte altre ch'io per ora non sono al caso di notare col loro nome scientifico, ma che fra di loro si distinguono pel colore del becco óra giallo ed ora rosso, come pure pei piedi ora gialli ed ora rossi e per le tinte del piumaggio, ove osservansi o il fondo azzurro gabbiano punteggiato da macchiette color caffè, oppure attraversato da linee e macchie nere o caffè, del qual ultimo colore sono tinte a preferenza le cuopritrici delle ali in molti gabbiani, di cui, per quanto feci, mai mi fu dato di scuoprire il nome scientifico. Ritengo perciò che forse questi individui in cui prevalgono le macchie a caffè sulle nere, appartengono al sesso femminile. Desidero che mi si offra 1'occasione di accertarmene.

4a. famiglia. Lestres.

187. Lestris catarractes. Skua. Questa specie è rara, e non viene su questi mari ohe eccezionalmente e nell'inverno. Or saran 6 anni che ne venne ucciso uno, che ebbi l'occasione di vedere.

188. Lestris. Stercorarius parasitica. Labbo o Stercorario. Uccello raro che talvolta si fa vedere nell'inverno. Io ne possiedo

[75] un esemplare, ucciso or ora 3 anni sul mare dinanzi le rovine di Sipar.

8a. famiglia Puffìni.

189. Puffinus anglorum. Berta minore o Puffino inglese. Volg. Artena. È frequente quest'uccello nell'estate ed è si poco timido che va fin entro le barche peschereccie frammezzo ai pescatori quando staccano le sardelle dalle reti. Non nidifica.

Ordine XVI. Steganopodes. 3a. famiglia. Haliei.

190. Phalacrocorax Curbo. Cormorano, Marangone. Specie rarissima. Ne venne ucciso uno nel 187G nella rada di Pirano ed ora è posseduto dalle i. r. Scuole Beali di questa città cui venne donato. Arrivò nell'inverno.

Ordine XVII. Urniatores. 1a. famiglia. Podicipites.

191. Podiceps cristatus Lath. Svasso comune. Rarissimo. Arriva costa nell'inverno. Non nidifica.

192. Podiceps auritus. Svasso piccolo. Frequentissimo nell'inverno, quest'uccello nel piranese porta il nome di Magnabalini Schifo. Non nidifica, non restandone nella primavera avanzata neppur un esemplare.

193. Podiceps minor Lath. Tuffetto piccolo. Più raro del precedente, quest'uccello pure costà arriva nell'autunno avanzato e nell'Aprile se ne parte.

Oltre a questi tuffetti altri costà arrivano, ch'io sinora non potei specificare esattamente.

2a. famiglia. Colymbi.

Erroneamente vengono dal nostro popolo questi uccelli distinti col nome di Folaghe, mentre il loro nome italiano suona Strolaghe e lo scientifico Colimbi. Nella rada di Pirano ne arrivano 3 specie.

194. Colymbus glacialis. Strolaga maggiore. È frequentissima durante l'inverno. [76]

195. Colymbus arcticus. Strolaga mezzana. Specie alquanto rara, che pure arriva nell'inverno per scomparire flfatto nella primavera.

196. Colymbus septentrionalis. Strolaga piccola. Frequente durante i mesi invernali quest'uccello vive sul mare dinanzi alle spiaggie istriane, ove gli si fa guerra accanita per approfittare della poco saporite carni. Arrivata la primavera quest'uccello emigra.

Tratto da:

  • Bernardo Schiavuzzi. "Elenco degli Uccelli viventi nell'Istria ed in ispecialità nell'agro piranese." Bolletino della Società Adriatica di Scienze naturali in Trieste. Redatto dal Segretario Prof. A. Vierthaler, chiuso al 30 aprile 1878, Nr. 1, Vol. IV. Editrice: La Società Adriatica di Scienze naturali (Trieste, 1878), p. 53-76.

Main Menu


Created: Friday, August 7, 2009. Last Updated: Sunday, April 03, 2016
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA