Giorgio Surian
Prominent Istrians


 

padre e figlia in concerto alla CI di fiume

Leonora e Giorgio Surian tra musical e lirica

FIUME – Grande attesa per il concerto di questa sera a Palazzo Modello, dove, alle ore 19, si esibirà il cantante lirico Giorgio Surian, fiumano di nascita, affiancato dall’attrice e cantante Leonora Surian, sua figlia. Una serata, per così dire, in famiglia, organizzata dalla Comunità degli Italiani locale in vista delle prossime festività.

Il basso connazionale, dopo gli studi musicali nella sua città natale, frequenta il Centro di Perfezionamento del Teatro alla Scala, dove debutta in “Ernani” nel 1982. La brillante carriera lo porta rapidamente nei maggiori teatri del mondo e alle principali rassegne concertistiche e maggiori festival internazionali (tra cui quelli di Pesaro, Ravenna e Salisburgo). Grazie alla sua straordinaria estensione vocale, che gli permette di affrontare anche diversi ruoli baritonali, spazia con estrema facilità dal repertorio barocco alle più complesse partiture moderne. Ha cantato con artisti di fama mondiale, come Monserrat Caballe, Placido Domingo, Katja Ricciarelli, Nikolaj Giaurov, Renato Bruzon, diretto da grandi maestri, tra cui Claudio Abbado, Riccardo Muti, Carlos Claiberg, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Lovro Von Matačić e altri ancora.

Leonora Surian, ben nota al pubblico connazionale e non solo, fin dall’infanzia si trova di casa sul palcoscenico e dietro le quinte. Oggi, professionista della scena, la ricordiamo eccellente cantante e/o attrice in “Jalta, Jalta”, “Nunsense”, “I signori Glembaj”, “La Vaccaria”, “La gatta sul tetto che scotta”, recentemente anche tra i protagonisti di serial televisivi. Leonora si esibirà in alcune composizioni tratte dal musical “Cabaret” (“Cabaret”, “Maybe this Time”, “Mein Herr”) e in “Memory” di “Cats”. Giorgio Surian, invece, si cimenterà in Aria e cabaletta (“Ernani”) “Infelice e tu o credevi” di Verdi, verdiana pure l’Aria e cabaletta (“Attila”) “Mentre gonfiarsi l’anima”, l’Aria del toreador (“Carmen”) di Bizet, “La calunnia” (“Il barbiere di Siviglia”) di Rossini, “ Udite O rustici” (“Elisir d’amore”) di Donizetti, nonché dalle “Nozze di Figaro” di Mozart “Non più andrai farfallone amoroso”, “Aprite un po’ quegli occhi” e “Hai già vinta la causa”. La serata, come sempre, è a ingresso libero.

Tratto da:

  • http://edit.hr/lavoce/2009/091208/cultura.htm

Main Menu


Created: Tuesday, December 08, 2009; Last Updated: Friday, August 07, 2015
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA