Giuseppe Tartini
Prominent Istrians


 

OGGI AL TEATRO DI PIRANO CONCERTO PER VIOLINO E CLAVICEMBALO

Recupero del grande lascito di Giuseppe Tartini
Il repertorio è stato arricchito da Črtomir Šiskovič e Luca Ferrini

19 aprile 2006

PIRANO – Al Teatro "Tartini" si terrà oggi, con inizio alle ore 11, il concerto dedicato a Giuseppe Tartini, con un programma che è frutto di un recupero operato da due grandi musicisti – Črtomir Šiskovič e Luca Ferrini – con l'obiettivo di arricchire il repertorio sonatistico per violino e per la pratica del basso continuo. Il concerto, ultimo della serie promossa dalla Comunità degli Italiani "Giuseppe Tartini", nell’ambito del programma culturale della Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Pirano, in collaborazione con il Museo Regionale di Capodistria e con il contributo del Ministero per la cultura della Repubblica di Slovenia e del Comune di Pirano. Da rilevare che prima e dopo l'appuntamento verrà organizzata (su richiesta e ad ingresso libero) una visita guidata da Adriana Cah alla "Stanza ricordo di Giuseppe Tartini" in Casa Tartini.

Le sonate che verranno proposte oggi (tranne la famosa "Il trillo del diavolo") sono dei veri e propri gioielli violinistici e con certezza possiamo anche affermare essere dei capolavori purtroppo dimenticati. Oggi queste (assieme a tante altre) sonate riposano negli scaffali di varie biblioteche sparse per il mondo e molto spesso per entrarne in possesso, semplicemente per poterle divulgare, è necessario pagare somme ingenti di denaro, cosa che Tartini sicuramente non fece, visto che probabilmente prima di morire regalò le sue opere a codeste – o simili – istituzioni. Nel caso particolare, le sonate di oggi fanno parte di un manoscritto conservato alla biblioteca antoniana di Padova, il Ms 1905, consistente di una cinquantina di sonate ca. di Tartini che Šiškovič e Ferrini hanno iniziato a registrare su CD per la casa discografica RivoAlto di Venezia.

Un patrimonio che riposa tra gli scaffali delle biblioteche

L’enorme fama che in questi ultimi decenni ha avuto la musica di Vivaldi e di alcuni dei suoi contemporanei ha purtroppo messo in ombra il grossissimo patrimonio Tartiniano e di molti altri musicisti minori, famosi al pari (se non in alcuni casi di più) dello stesso Vivaldi. È il caso ad esempio anche degli allievi del Maestro piranese, alla cui Scuola delle Nazioni accorsero numerosi strumentisti di allora per conoscere ed ampliare la loro conoscenza in materia di arte violinistica e non solo. Ci preme ricordare tra i suoi allievi almeno due, a noi più vicini geograficamente, e cioè il goriziano Ignazio Gobbi e il dalmata (di origini turche, ovvero cretesi) Michele Stratico, autore di quasi 150 sonate (!) per violino e b.c. (tra le altre, un tempo di una bellissima sua sonata propone una interessante rivisitazione del famosissimo tema slavo/istriano "Barčica po morju plava").

Nei Conservatori italiani ed esteri questo repertorio viene affrontato pochissimo: Tartini è conosciuto dagli studenti per le sue due sonate più famose ("Didone abbandonata" e "Il trillo del diavolo", appunto), la pratica del basso continuo si affronta quasi da autodidatti quando al tempo di Tartini e dei suoi allievi il cembalo era al culmine del suo periodo storico. Il lavoro di recupero è iniziato da poco ed è certamente molto lungo, vista anche la difficoltà di proporlo ad un pubblico più vasto. I festivals, se non hanno a disposizione Ensembles o Consorts con molti esecutori non vogliono rischiare, le grandi sale o teatri ancora meno: con piacere oggi questi gioielli musicali rivivranno il loro splendore nel loro ambiente più consono, grazie all’interessamento degli organizzatori e all’intervento di Voi ascoltatori. Così, gli esecutori con la musica e i fruitori con la parola potranno rendersi tutti divulgatori di questa musica, senza aspettare che ritorni a giacere negli scaffali ancora chissà per quanti anni.

Patrizia Venucci Merdžo

Tratto da:

  • © "EDIT" - http://www.edit.hr/lavoce/060419/cultura.htm


Main Menu


Created: Saturday, November 24, 2007, Updated Tuesday, July 23, 2013
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA