Myths and Legends



Alfa and Omega

The Magic Square - Il Quadrato Magico
(This is not actually magic, but pure mathematics)

What's this small masterpiece of literal engineering, readable in many directions? First discoveries of the Square relate to year 822, in an ancient Bible; in a wall of Siena's Dome, opposite the Archibishop Palace; in a mosaic behind the altar of Pieve Terzagni, near Cremona; in the castles of Chinon e Jarnac; in an old Puy house (Loire); in the Maison de justice in Valbonnais (Isère); in the church of San Pietro in Oratorium near Capestrano (L'Aquila); in a convent in Val Seriana and another one - where the text has been lost - in the convent of Maria Maddalena in Campomarzio in Verona; in a manuscript of the Capitolare Library in Vercelli where words are written one behind the other forming the perfect palindrom satorarepotenetoperarotas. Che cos'è questo piccolo capolavoro di ingegneria letterale, leggibile in tutti e due i sensi? Le prime scoperte del quadrato risalgono all'anno 822, in una Bibbia carolingia; in una parete del Duomo di Siena, di fronte al Palazzo Arcivescovile; in un mosaico dietro l'altare di Pieve Terzagni, vicino Cremona; nei castelli di Chinon e Jarnac; in una vecchia casa di Puy (Alta Loira); nella Maison de justice di Valbonnais (Isère); nella chiesa di San Pietro ad Oratorium vicino a Capestrano (L'Aquila); in un convento della Val Seriana e un altro - dove la scrittura è andata perduta - nel convento di Maria Maddalena di Campomarzio in Verona; in un manoscritto della Biblioteca Capitolare di Vercelli dove le parole sono tracciate l'una dietro l'altra fino a formare il perfetto palindromo satorarepotenetoperarotas.
Very often the Square was evocated for his taumaturgic virtues. A quill d'Aurillac of XIII century says that showed to a pregnant woman, it will make she give birth without pain; according to what says a book printed in Lione in 1555 by Jean de Choul, the Square would be effective againts fever; in the work De rerum varietate of the doctor and astrologist Gerolamo Cardano (Milano, 1557), against rage; many popular magic books sold in French and Belgian fairs, say it would be usufel to induce women to... dance. Molto spesso il Quadrato era invocato per le sue virtù taumaturgiche. In una pergamena d'Aurillac del XIII secolo si legge che mostrato ad una donna gravida, la farà partorire senza dolore; per quello che si dice in un libro stampato a Lione nel 1555 da Jean de Choul, la virtù del Quadrato si eserciterebbe invece contro la febbre; nell'opera De rerum varietate del medico astrologo Gerolamo Cardano (Milano, 1557), contro la rabbia; in molti libri di magia popolare venduti alle fiere di Francia e Belgio, sarebbe ottimo per indurre le ragazze a... ballare.
The method suggested by Cardano - giving to the suspected dog a piece of bread with the five magic words written on it simultaneously saying five Paternoster - is reported even by Rev. Giacomo Filippo Tommasini, bishop of Cittanova d'Istria in the middle of XVII century, in a chapter of his Commentari Storici Geografici dell'Istria, where sickness of the Istrian people are treated. No wonder. In a recent published book (Ciascuno ha la sua, by B. Castellino e L. Villani, 1962) we can read: Il metodo suggerito dal Cardano - dare al cane sospetto di idrofobia una crosta di pane, con sù scritte le cinque parole magiche, e recitando contemporaneamente cinque Paternoster - lo si trova anche riportato da monsignor Giacomo Filippo Tommasini, vescovo di Cittanova d'Istria nella metà del secolo XVII, in un capitolo dei suoi Commentari Storici Geografici dell'Istria, dove tratta delle infermità degli Istriani. Nessuna meraviglia. In una recente pubblicazione (Ciascuno ha la sua, di B. Castellino e L. Villani, uscita nel 1962) si legge:
"The first Friday of full Moon, buy a red rope, three palms long. Retire in a dark room and say the following cabalistic words nine times continously: Enam, Binach, Sator, Arepo, Tenet, Opera, Rotas, Hold, Kether, Coeckmae, Tedulah, Teburah, Tipheret, Jesot, Sardac, Jo, Nezah. As soon as the invocations end, deeply thinking to the beloved one, beg: love me! In this moment make a knot on the red rope. This ceremony has to be repeated for nine days, at the same time. As soon as the knots are done, put the rope around the left arm hideously touching the beloved one". "Il primo venerdì di Luna compera un cordoncino rosso, lungo tre palmi. Ritirati poi in una stanza oscura e recita le seguenti parole cabalistiche nove volte di seguito: Enam, Binach, Sator, Arepo, Tenet, Opera, Rotas, Hold, Kether, Coeckmae, Tedulah, Teburah, Tipheret, Jesot, Sardac, Jo, Nezah. Terminata l'invocazione, pensando intensamente alla persona amata, implora: amami! In questo momento farai un nodo al cordoncino rosso. Questa cerimonia dovrà essere ripetuta nove giorni di seguito, alla stessa ora. Fatti i nove nodi, lega il cordoncino attorno al braccio sinistro e tocca furtivamente la persona amata."

Let's come back to the discoveries and the news available around 1868. They didn't go over XI century; it was then clear that the SATOR formula could not be older then that time. Until, in a day of 1868, in the ancient roman ruin of Cirencester (the ancient Corinium, in Great Britain), on the external wall of an anonymous house - but made before III century - a graffiti with the same Square was found. A group of people started studiing it deeply: some believed it a christian symbol, some greatly refused the theory (some came to this simple explain: "Once upon a time there was a sacrestan - whose name was Salvatore Arepo - who played bells with the system (used in that period) of the wheels").

Chiusa la parentesi, torniamo ai ritrovamenti e alle notizie che si avevano a tutto il 1868. Essi non risalivano ad oltre il IX secolo; era chiaro dunque che la formula del SATOR non poteva essere anteriore a quel tempo. Senonché, un giorno del 1868, tra le rovine romane di Cirencester (l'antica Corinium, in Gran Bretagna), sull'intonaco di un muro di una casa senza storia, - ma certamente databile al III secolo - fu rinvenuto un graffito col medesimo Quadrato. Un nugolo di studiosi si mise a studiarlo coscienziosamente: alcuni lo ritennero un simbolo cristiano, altri rifiutarono con sdegno l'ipotesi (ci fu anche chi arrivò a questa semplicistica spiegazione: "C'era una volta un sagrestano, - di nome Salvatore Arepo - che suonava le campane col sistema, allora in uso, delle ruote").

The supporters of the religious ipothesis thought this: In the beginning, during tremendous persecutions againts faith, Christians couldn't freely show their belief; so they thaught it was enough to sketch the figure of God, and to trace the Cross Sign. It was the period of cruces dissimulae. The Magic Square, then, can only refer to that period and must contain itself a specific Christian meaning. A Chemitz evangelist reverend, Felix Grossier,  found what the meaning was in 1962, beeing so clever to reorder the 25 letters in the Cross Sign, where the word PATERNOSTER - that makes the arms - is preceded by the letters A and O, latin corresponding to the greek Alpha and Omega, beginning and end of all things:

I sostenitori della tesi religiosa ragionavano così: Nei primi tempi, durante le tremende persecuzioni contro la fede, i Cristiani non potevano liberamente manifestare il proprio Credo; si accontentavano quindi di disegnare la figura del Buon Pastore, di tracciarsi sulla fronte il segno della Croce. Era il tempo delle cruces dissimulatae. Ebbene, il Quadrato Magico non può che risalire a quell'epoca e deve contenere in sé un particolare significato cristiano. Quale fosse il significato lo scoprì nel 1926 un pastore evangelista di Chemnitz, Felix Grosser, il quale fu così abile da riordinare le venticinque lettere a sua disposizione nel Segno della Croce, dove la parola PATERNOSTER - che ne costituirebbe i bracci - è preceduta dalle lettere A ed O, corrispondenti latine dell'Alfa ed Omega greci, principio e fine di tutte le cose:

A

P
A
T
E
R
A   P A T E R N O S T E R  O
O
S
T
E
R

O

A

P
A
T
E
R
A   P A T E R N O S T E R  O
O
S
T
E
R

O

It was a triumph for the supporters of the religious theory. But the others said: "Interesting, but why don't we try to explain even the apparent meaning? AREPO, for instance, is a big point: and don't try to say it was a first name". But even this last obstacle was overridden. They found out that in Lione, a measure of area, during the roman empire, was called semiiugerum and, using a local word, arepennis, from the name of the instrument, àrepos, used to work terrain. Nothing simpler that the celtic word àrepos became for latins àrepus. Era un trionfo per i sostenitori della tesi religiosa. Ma gli avversari non mollarono: "Interessante - dissero: - però vogliamo cercare di spiegare anche il significato apparente? Quell'AREPO, per esempio, è un grosso scoglio: e non lo si gabelli per un nome proprio". Ma anche l'ultimo ostacolo fu superato. Si scoprì che nelle Gallie, a Lione, una certa misura di superficie, in tempo di dominazione romana, veniva chiamato semiiugerum, sia, con vocabolo del posto, arepennis, dal nome del carro, àrepos, impiegato per lavorare il terreno. Niente di più semplice che il celtico àrepos diventasse per i latini àrepus.

As a double wit, from the pages of a greek Bible of XIV century, made by a Bizantin monk, came out a translation of the Square, where the word AREPO was substituted by the greek àrotron. The it became: "The inseminator, with his instrument, takes care of the wheels". No more time for all the strange explanations given by the many that tried to make an anagram of the 25 letters:

Come controprova, dalle pagine di una Bibbia greca del XIV secolo, dovuta a un monaco bizantino, balzò fuori una traduzione del Quadrato, dove alla parola AREPO corrispondeva il greco àrotron. Intendendo allore arepo come un ablativo di strumento, si otteneva: "Il Seminatore, col suo carro, tiene con cura le ruote"; intendendolo come un dativo d'interesse: "Il Seminatore, inteso al suo carro, tiene con cura le ruote". Venivano a cadere, inesorabilmente, tutte le contorte spiegazioni di quanti avevano cercato di anagrammare le 25 lettere, ottenendo risultati di questo genere:

Oro te, pater, oro te, pater, sanas!
O pater, ores, pro aetate nostra!
Ora, operare, ostenta te, Pastor!

Retro Satana, toto opere asper!

or those of the opposite meaning, according to the magic meaning the Square had:

Satan oro te, pro arte a te spero
Satan, ter oro te, opera praesto!
Satan, oro te, reparato opes!

Oro te, pater, oro te, pater, sanas!
O pater, ores, pro aetate nostra!
Ora, operare, ostenta te, Pastor!
Retro Satana, toto opere asper!

o di tutt'altro senso, in accordo con la funzione magica che, col tempo, assunse il Quadrato:

Satan oro te, pro arte a te spero
Satan, ter oro te, opera praesto!
Satan, oro te, reparato opes!

It seemed to be over, when two discoveries made in Pompei - one on October 5, 1925 and the other on November 12, 1936 - started it over again. Eventually, in those dates came out from the unburied town, respectively in a piece of the wall of Paquio Proculo's house and in the middle column of the portico of a building west to the Amphitheater, two graffiti with the same Square. Some said: "Nothing new; it means that in Pompei, before the famous eruption of 79, there was a clandestine christian centre!".

Tutto sembrava concluso, quando due successive scoperte a Pompei - l'una del 5 ottobre 1925 e l'altra del 12 novembre 1936 - rimisero in ballo l'intera questione. Infatti, in quelle due date, vennero alla luce nella città dissepolta, rispettivamente in un pezzo d'intonaco della casa di Paquio Proculo e nella scanalatura di una colonna mediana del portico occidentale di un edificio ad ovest dell'Anfiteatro, due graffiti col solito Quadrato. I più fiduciosi dichiararono subito: "Niente di nuovo; vuol dire che a Pompei, prima della famosa eruzione del 79, c'era già un centro clandestino di Cristiani!"

"Impossible - said oppositors - because, if we accept the Grosser's theory, the A and O (corresponding to greek Alpha and Omega) can be nothing but a recall of Apocalypse, the part in which (I, 8) God, talking to John said:

I am the Alpha and the Omega, the Beginning and the End, the One that has been and will be.

"Impossibile - ribatterono gli oppositori - perché, se accettiamo per vera la ricostruzione del Grosser, quella A e quella O (corrispondenti all'Alfa e Omega greci) non possono essere che un riflesso della Apocalisse, di quel passo cioè (I, 8) in cui Dio, parlando all'Apostolo Giovanni, disse:

Io sono l'Alfa e l'Omega, l'Inizio e la Fine, Colui che è, che è stato e che sarà, l'Onnipotente.

And actually the diffusion of Apocalypse in central and southern Italy couldn't happen before years 120-150: so, another successfull explanation had to be found. It was easy to find it, because many inscriptions exist in Pompei relative to period past the burying of the town. They have been made by thieves and illegal archeologists, as Carcopino that deeply studied the problem said. So the date of birth of the magic words is that established in Cirencester: that III century in which there was even the habit to indicate the Cross with the greek letter tau. Notation confirmed by another intuition of Grosser and his fellows: that anywhere in the Square where there is a T, next to it there are simultaneously and A and an O:

E in realtà la diffusione dell'Apocalisse nell'Italia centrale e meridionale non poté avvenire prima del 120-150: per cui, bisognava trvare un'altra spiegazione soddisfacente. Il che è risultato facile, dato che esistono parecchie iscrizioni Pompeiane successive al suo interramento sotto la lava del Vesuvio: sono di mano - come dice con garbo il Carcopino, che ha studiato a fondo il problema, sempre parteggiando per il valore cristiano del Quadrato - di visitatori postumi, cioè di ladroni, di archeologi abusivi e magari anche di appassionati. Pertanto la data di nascita della magica scritta rimane quella stabilita dopo Cirencester: quel III secolo, in cui si propagò anche l'uso di simboleggiare la Croce con la lettera greca tau. Notazione questa che conferma un'altra intuizione del Grosser e seguaci: che dovunque nel Quadrato appaia una T, ai suoi fianchi appaiono contemporaneamente una A e una O:

Alfa and Omega

Alfa e Omega

As a diffusion centre, the thought went to Gallia, precisely Lione, where effectively, from II century onward, the history of Christianism grew. Only the Christ's Square could give back to Rome, in the III century under the pressure of the barbarians, struggled by fights for the Empire, the hope of salvation. "Now - says Carcopino - this salvation couldn't be connected to the Square, if it, with the first words of the Sunday pray made in a cross by an anagram, and those crosses visibile only to those who knew the T secret of the TENET Ts, didn't include a secret symbol of the Christ's Cross". Quale centro originario di diffusione, si è pensato - anche per la presenza di quella parola celtica - alla Gallia, e precisamente a Lione, dove effettivamente, dal II secolo in poi, si svolse in primo piano la storia del Cristianesimo. Solamente il Quadrato di Cristo poteva restituire a Roma, minacciata nel III secolo dai barbari, straziata dalle lotte per l'Impero, una speranza di salvezza. "Ora - conclude il Carcopino - questa salvezza non poteva essere congiunta al Quadrato, se esso, con le prime parole dell'orazione domenicale disposte in croce per anagramma, e queste croci, visibili ai soli iniziati nelle T di TENET, non richiudessero un segreto simbolo della Croce Redentrice".

The Magic Square - © Copyright by Riccardo Francavilla 1999 - 2002

© 2002 by Areafranca

Il Quadrato Magico - © Copyright by Riccardo Francavilla 1999 - 2002

© 2002 by Areafranca

Il Quadrato Magico - © Copyright by Riccardo Francavilla 1999 - 2005

Bibliografia:

  • Carcopino G. - Le Christianisme secret du carré magique - Parigi, Michel, 1953
  • G.A. Rossi - Storia dell'Enigmistica - Centro Editoriale Internazionale, Roma
  • Santi A. - Bibliografia dell'enigmistica - Firenze, Sansoni, 1952
  • Giacomo Filippo Tomassini - Commentari Storici Geografici dell'Istria - Biblioteca Nazionale, Roma
  • B. Castellino e L. Villani - Ciascuno ha la sua - 1962
  • Gerolamo Cardano - De rerum varietate, Milano, 1557 - Biblioteca Nazionale, Roma
  • La Bibbia

Source:

  • http://www.areafranca.com/tempn/MagicSquare.asp (English) and http://www.areafranca.com/tempn/quadrato.asp (Italiano)

See also:

  • Sandorf's Cipher
  • UniLibro.it - Sacchi Zaffarana, M. Cristina, Sator Arepo. Il quadrato magico - http://www.unilibro.it/find_buy/product.asp?sku=828028 Palindrome criptografica cristiana. Ediz. numerata, Tallone (2000)
  • http://digilander.libero.it/Marisau/I%20Templari.htm
  •  Ed Brumgnach - "The Lost Symbol" - Magic Squares and the Masonic Cipher at http://www.youtube.com/watch?v=6fedjvyRt5w and http://www.qcc.cuny.edu/ecet/magicsquares.asp (generate online magic squares)

Main Menu


Created: Wednesday, December 07, 2005; Last updated: Saturday, April 16, 2016
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA