Recensioni
Letteratura


Aldo Cherini & Paolo Grilio, Le famiglie di Capodistria
Notizie storiche ed araldiche

Fameia Capodistriana di Trieste, Fotocomposizione Studi Gamma e stampa Tipo/lito Zenit di Trieste, consta di 250 pagine ed ha una veste tipografica di alta qualità.


È un libro antologico che presenta un risvolto poco noto o addirittura inedito della storia di Capodistria. 

Il libro si articola in diversi capitoli. Nel primo, intitolato "Fondamenti storici e giuridici del patriziato capodistriano", si ricordano le prerogative acquisite nei secoli dai componenti del Maggior Consiglio, organo amministrativo della città, al quale si poteva accedere solo qualora due terzi dei componenti avessero espresso voto favorevole. 

Il secondo capitolo, intitolato "L'Araldica", informa il lettore sul modo di interpretare o leggere il significato degli stemmi, illustrando in sintesi i valori dati ai colori (smalti), alle figure, alle parti dello scudo, secondo gli antichi araldisti. 

Vengono poi presentati, nei loro smalti, gli oltre 250 blasoni delle famiglie capodistriane, ciascuno corredato dalle notizie storiche che le riguardano. Il quarto capitolo elenca le incombenze, la maggior parte dei casi a titolo gratuito, alle quali i componenti dello stesso erano obbligati. 

Si parla inoltre, nel capitolo successivo, di quelli che erano comunque gli incarichi svolti dalla classe popolana, che pur non comparendo in prima persona nel governo della città, ne faceva parte integrale con compiti e responsabilità ben definiti. 

Il volume presenta ancora una sintesi della storia della città di Capodistria ed in chiusura un glossario che specifica il significato dei particolari termini usati nell'araldica, essendo questi, a volte, un gergo particolare di non semplice comprensione. 

Il volume, edito dalla Fameia Capodistriana di Trieste, Fotocomposizione Studi Gamma e stampa Tipo/lito Zenit di Trieste, consta di 250 pagine ed ha una veste tipografica di alta qualità.


Gli autori 

Aldo Cherini è nato a Capodistria nel 1919, ha assolto gli studi classici al Ginnasio Liceo "Carlo Combi" della sua città, continuazione dell'antico Collegio Giustinopolitano di veneta memoria, e si è laureato in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Trieste. Si dedica agli studi di storia patria con particolare riferimento alla città natale ed alla marineria giuliana. Ha pubblicato diversi lavori in opuscoli, articoli di giornale e riviste nonché in alcuni volume antologici. Coltiva da sempre anche la pittura ed il disegno documentario, che va raccogliendo in numerosi album.

Paolo Grio, di antica famiglia capodistriana, è nato nel 1947. Si dedica allo studio delle patrie memorie non solo della città natale ma di tutta la terra d'Istria con approfondimenti in materia storica, araldica e di costume. Coltiva anche lui la pittura e il disegno sia come ausilio documentario che come attività culturale.

 Tratto da:

  • La Sveglia - http://www.lasveglia.org/lefamig.htm


Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran and Pietro Valente

Created: Thursday, March 2, 2006; Last updated: Saturday, December 15, 2012
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA