line_gbg70.gif (2052 bytes)

 

Adriana Gobbo
Poetry
line_gbg70.gif (2052 bytes)

Biograghical notes

Istria

            Vorrei esser la' in questo momento,
        a  Promontore, seduta sulle rocce con in
 mano un pennello e un colore. Chiudo gli occhi e
 come per magia mi appare l'arcobaleno che avvolge
  l'Istria mia. Ma, la diversita' della tinta e' imprendibile,
    leggiadra,  troppo veloce per essere dipinta:- la mia lacrima
       ne oscura la chiarezza, la nostalgia ne annebbia la
         vividezza.  Mille ricordi corrono nella mente,
           mille speranze trasformatesi in niente.
                         E' un tumulto interno che
               non trova pace. Perche' sono qui?
                Perche' ti ho  lasciato Terra Mia?
                 Non avro' piu' lacrime tra poco.
                     Vorrei solo che l'ultimo mio
                          pianto sia di felicita'
                         nell'Istriano
                           suolo
                           che ho
                           ama
                            to ta
                            nto


Sto dando i numeri

Eins, zwei drei
da Pola me andai
Quattro cinque sei
lasciai i parenti miei

Un do tre
Dio Bon no so perche'
cetiri pet sest
Is Canada the best?

En due trois
Ora che son qua''
C` ho da resta'

Four five six
gioco Uno - Due - "X"

siete ocio nueve
e anche se xe freddo e tanta neve

go calor
e non mi sento sola
se son coi miei 10/20/30 infiniti
GRANDI amici de Pola.


Ma tu chi sei?

Terra enigmatica e straniera
terra meravigliosa e sconosciuta
Istria ma tu chi sei?

Sei  dentro di me, ma non ti conosco
son dentro di te ma barcollo nel buio

Istria bella e misteriosa
altera e fiera in tutta la tua gloria
Dimmi di te!
raccontami la tua la mia storia

Ed e questa continua ricerca di un po di luce
che da piu senso alla vita.
Se non fosse cosi sarebbe finita, lo sai
Ed io non mi fermero mai

E davanti el mar,

Me sento - te guardo
e me vien voia de cantar.

Canto ai bei giorni passati anche se no son piemontese,
Canto alla bora - anche se qua, no la suffia cento all’ora.

Penso ai colombi de San Marco,
Guardo su – e dei Sergi – vedo l’Arco

Canto "La Mula de Parenzo" e la sua bottega
e in un attimo son in Grega

e cammino, cammino
Penso a Fiume e la battana
Eccola una qua una! A Saccorgiana

El mio caro amico Berto me vedi, el se ferma - el dice
Ciao – Come stai – Sei sola?

No, - ghe rispondo mi – Son a POLA!

autore

Adriana Forza-Gobbo

Nata a Pola, Adriana arrivò in Canada nel 1976. E' sposata con Claudio Gobbo (visto con essa nella fotografia) polesano pure lui. Hanno due figlie, Silvia di 23 anni e Diana di 16. 

Di professione insegnante, lavorò per diversi anni presso le scuole cattoliche di Toronto. Per la grande nostalgia di Pola passò nel campo del turismo, dove poteva ottenere dei vantaggi nei viaggi aerei. Lavorò in questo settore con diverse note compagnie di viaggi internazionali, dove acquistò un' esperienza di riguardo. Recentemente, Adriana ha deciso di mettersi in proprio ed ha aperto una sua agenzia di viaggi la "Travel One", che si trova al 1200 di Eglinton E., precisamente a "Don Mills ed Eglinton." Adriana è un ' esperta di viaggi internazionali, sia per diporto che per lavoro, sempre pronta ad aiutarvi con un spontaneo sorriso e ancora di più nel nostro dialetto a chi lo preferisse. Ad Adriana noi auguriamo un grande successo in questa sua nuova attività. 

Adriana è molto appassionata di Pola e dell'Istria, e qualche volta presa dalla nostalgia scrive qualcosa per rilassarsi. 

Estratto da:

  • El Boletin, periodico informativo del Club Giuliano-Dalmato di Toronto, Anno XXIX, No. 107 (1 settembre 2001), p. 16.

Main Menu


This page compliments of Adriana Gobbo

Created: Sunday, May 12, 1996, Last Updated: Tuesday, March 11, 2008
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA