line_gbg70.gif (2052 bytes)

Romanita Rigo Gusso
Poetry
line_gbg70.gif (2052 bytes)

Montona

Alta e aerea come un borgo dell'Umbria
la chiusa e antica città.
Ma il vento tra le chiome dei lodogni,
ma sui tetti le nuvole grige
parlano di una storia lontana
che non si può ricreare ormai più.
I passi frettolosi e circospetti
sulle vecchie selci levigate
non sono di turisti incuriositi
a decifrare vecchi stemmi strani.
Sono i passi di chi torna per un'ora
dove ha lasciato il cuore di una vita,
e qualcuno che è rimasto tenta
di trattenere con parole ansiose.
Perchè troppo lunghe poi le ore
saranno per chi resta solo
nella città che ha avuto la sua storia,
ma la sua vita non riavrà mai più.
High in the sky as a town of Umbria
the secluded and olden city.
Though the wind shakes the foliage of the elms,
still over the roofs the graying clouds
speak of a remote history
that cannot be revisited anymore.
The hurried and cautious footsteps
on the old wornout cobblestones
do not speak of tourists curious to decipher
the arms of old and strange shields.
They are the steps retracing for an hour
the place where one abandoned the
heart of his life, of someone who remained
and tries to hold you with anxious words.
Since slowly will the hours toll
for those who stayed forlorn
in the city that her history has born
while now of her life she is forever shorn.
Dal libro L'Eco del Tempo,
poesie di autrici istriane,
fiumane e dalmate dell'esodo,
Ed. Lint (Trieste)
From the book The Echo of Time,
poems by female authors exiled
from Istria, Fiume and Dalmatia,
Ed. Lint (Triest)

Main Menu


This page compliments of Romanita Rigo Gusso & Franco G. Aitala (translation)

Created: Sunday, November 5, 1996, Last Updated: Friday, January 22, 2010
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA