Lidia Delton
Profiles



 

Lidia Delton (nata Belci) è nata a Dignano nel 1951 in una famiglia di agricoltori, dopo aver frequentato il Liceo di Pola si è laureata alla Facoltà di Pedagogia dell'Università degli Studi di Zagabria nel 1974, impegnandosi subito come educatrice presso l'istituzione prescolare sezione italiana di Pola.

Nel campo pedagogico si è impegnata per l'affermazione delle istituzioni prescolari regionali della CNI portando la sua esperienza nella valorizzazione della cultura italiana sia come dirigente che consulente, per l'elevamento professionale degli educatori. Nell'ambito dell'UI è stata per lungo tempo presidente della CI di Dignano e membro della Presidenza e dell' Assemblea UIIF-UI.

Ha dedicato con passione molto del suo tempo alla ricerca e al mantenimento delle tradizioni di lingua e di cultura contribuendo alla pubblicazione di lavori monografici sull'ambiente dignanese. Da anni si dedica con grande successo alla creatività poetica facendo uso dell'antico dialetto locale istro-romanzo [istrioto dignanese] conseguendo numerosi premi al Concorso «Istria Nobilissima»:

  • 1980 - «.. e noi amanti» - primo premio
  • 1984 - «Dignan e la so zente» - menzione onorevole
  • 1986 - «Fra i mouri de Santa Catereina in quil de Dignan» - secondo premio
  • 1987 - «L'arte de lavurà» - menzione onorevole
  • 1988 - «Atimi de veita» - secondo premio
  • 1989 - «Par joudate a veivi» - menzione onorevole
  • 1991 - «Tramounti zbiadeidi» - primo premio
  • 1992 - «Quadriti bounbari mai dizmentigadi» - primo premio
  • 1993 - «L' odur de la veita bounbara» - primo premio
  • 1994 - «Con Dignan in cor senpro» - primo premio
  • 1996 - «Sulo parole cumo testamenti» - primo premio
  • 1997 - «Un battito d'ali come speranza» - secondo premio

«Per la forte carica espressiva, per la sua convincente e appassionata adesione a quel mondo degli affetti passati-presenti, la critica ha attribuito alla poesia della Delton numerose attestazioni di merito», ne dà conferma il prof. Antonio Pellizzer.

I suoi lavori sono stati pubblicati inoltre sull' Antologia «Voci nostre» di A. Pellizzer e a più riprese sulla rivista «La battana». Profonda conoscitrice del microcosmo dignanese custodisce gelosamente usi e tradizioni locali trasmettendole alle generazioni più giovani. Dal 1993 fina (200?) era sindaco del Comune di Dignano.

Source:
  • Lidia Delton, Sulo parole cumo testamenti, Unione Italiana - Fiume / Università Popolare di Trieste (1998). © All rights reserved.

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Wednesday, August 18, 2004; Last Updated: Thursday, September 27, 2007
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA