line_gbg70.gif (2214 bytes)

Adriana Clapci Ricci
Ricordi
line_gbg70.gif (2214 bytes)

La postina istriana
Anno 1942

Mia madre era la postina del mio paese in Istria. Faceva il suo giro di servizio fra monti e mare. Era tanta la strada e mio padre le aveva comperato una bicicletta per aiutarla e perchè facesse il suo giro più rapidamente e con meno fatica.

Con mia grande gioia e con tanto orgoglio da parte mia, mi sedeva a volte sulla canna e mi portava con lei nel giro di distribuzione della posta. Andava di casa in casa e si fermava dove doveva consegnare lettere, cartoline o piccoli pacchi. Metteva allora il piede a terra e cercava nella grande borsa di cuoio, mi dava la missiva perchè bussassi alla porta e la consegnassi al destinatario.

Ad ogni porta che si apriva, venivo accolta con un grande sorriso e anche con qualcosa tutto per me, come i bonbon, che poi dividevo con mio fratello più piccolo. Ci si scambiava le notizie su tutto e tutti, sulla salute, sugli uomini di casa al lavoro negli uffici, nei campi, in miniera; sui matrimoni, sulle nascite, sui “fioi”.

Mia madre pedalava e paesaggi familiari e splendidi si offrivano ai nostri occhi. Il mare con un colore blu-smeraldo che non ho mai visto altrove, boschi di pini, vigneti carichi d’uva.

Eravamo una grande comunità, nella quale regnava armonia e sicurezza e dove ciascuno si sentiva in dovere di aiutare chi era in difficoltà.

Avevo promesso  a me stessa  che da grande avrei fatto la postina, lì a casa mia.

Ma è stata una promessa che non ho potuto mantenere.

Adriana Clapci Ricci


Main Menu


This page compliments of Adriana Clapci Ricci

Created: Thursday, February 01, 2007; Last updated: Thursday, February 01, 2007  
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA