line_gbg70.gif (2214 bytes)

Umberto Usmiani
Memories
line_gbg70.gif (2214 bytes)
 

Il padre della Valli

Condivido con Marisa Ciceran questo breve aneddoto, perchè la considero la maggior raccoglitrice di queste "memorie secondarie" istriane.

Dovete sapere che mio padre, Antonio Usmiani, nato nel 1908 a Pola, fu allievo dal 1923 al 1926 del padre della Valli, il Prof. Gino, Barone de Altenburger. Nonostante fosse laureato in filosofia De Altenburger insegnava al Liceo Carducci di Pola anche Italiano e Storia. Spesso si presentava a scuola assonnatissimo dopo notti di fraja, specialità in cui era abbastanza dotato. Entrava in classe, chiamava un alunno (generalmente Livio Labor, futuro fondatore della ACLI) e gli diceva: "Leggi un Canto della Divina Commedia". Mentre l'alunno leggeva, Altenburger nascondeva la fronte con le mani e più di una volta fu visto addormentarsi dalla scolaresca attonita.

Insieme al suo impermeabile (tipo trench coat) perennemente pieno di macchie, questa sonnolenza mattutina di Altenburger fece presto il giro della scuola e di Pola. Venne ordinata una prima ispezione ministeriale che si concluse con un nulla di fatto. Il problema era in realtà maggiormente sentito nella classe di mio padre (la III Liceo Classico) che avrebbe dovuto prepararsi all' Esame di Maturità e che per via delle "sonnolenze" del Professore era particolarmente impreparata.

Fu allora che ad un gruppo di allievi (tra cui mio padre e lo zio del violinista Uto Ughi) venne in mente di richiedere una seconda ispezione. Bisognava però trovare un pretesto valido ed i fantasiosi giovanotti ne inventarono diversi, tanto per essere più sicuri. Il primo era che, a causa del pesante accento tedesco di Altenburger, non era stato possibile comprendere moltissime delle sue lezioni. Scrissero poi che dormiva in classe raccomandando agli allievi di fare silenzio ed infine che continuava a pronunciare bestemmie ed imprecazioni contro l'Italia. In realtà, secondo i protagonisti, nulla era pura fantasia: i ragazzi si erano limitati a "calcare la mano".

L' ispezione giunse e i firmatari, nonchè altri alunni, vennero a lungo interrogati. Qualcuno di loro tirò fuori circostanze assolutamente improbabili, tra cui quella che il Professore portasse a scuola bottiglie di rakija. Il risultato fu la rimozione in via cautelativa di Altenburger e l' espulsione da tutte le scuole del Regno di quasi metà classe. Provvedimento apparentemente severissimo, ma in realtà molto mitigato dal fatto che per "scuole del Regno" non si intendeva il Liceo Ginnasio di Zara. Fu lì che i nostri, a bordo del "Tartini" un cutter da nove metri della famiglia Ughi, si recarono nel maggio del 1926 e sostennero gli esami di maturità con promozione totale. Sono passati quasi cent' anni!

Umberto Usmiani

Tratto da:

  • L'Arena di Pola, Mensile No. 7, 31 luglio 2006, p. 8. All  © copyrights reserved.

Main Menu


This page compliments of Marisa Ciceran

Created: Tuesday, July 10, 2007; Last updated: Tuesday, July 10, 2007
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA