line_gbg68.gif (2052 bytes)
istrians.gif (1498 bytes)
Poreć - Parenzo
Cities, Towns and Hamlets
line_gbg68.gif (2052 bytes)


 

PARENZO - La Giostra si farà: il barocco torna in piazza da 5 al 12 settembre

Le dame, i cavalier, l’arme, gli amori... con la Giostra il barocco torna in piazza

PARENZO – In barba alla crisi e a tutto il resto, la Giostra parentina torna a girare. Parola della prof. Elena Uljančić Vekić, che ha annunciato in questi giorni, presso il Museo civico, la nuova edizione del festival storico parentino, che avrà luogo dal 5 al 12 settembre prossimi.

Un evento che unisce storia, rispetto per il patrimonio culturale, sviluppo del volontariato e quant’altro, così la Uljančić Vekić nel ripercorrere le trascorse edizioni, rappresentazione della storia barocca della città, che come poche si basa su dati storici, quelli custoditi negli ingialliti archivi della Giostra, come la competizione dei cavalieri parenzani per il Saraceno e il Masgalano. Questo torneo cavalleresco viene eseguito in base agli scritti che narrano del torneo che si era svolto a Parenzo il 14 febbraio del 1745, voluto dal cavaliere e cancelliere comunale Bartolomeo Rigo, le cui “prodezze” sono custodite nel Libro delle terminazioni della cancelleria, secondo gli ordini degli allora stimati signori giudici di Cittanova.

L’anno scorso si è svolto, così, anche il primo torneo cavalleresco che sarà riproposto quest’anno nella baia di Peschiera, sostenuto dal club di equitazione locale.

Cocktail a base di carciofi Dame e cavalieri riproporranno nelle vie e nelle piazze gli abiti barocchi: quest’anno ne sono stati commissionati oltre trenta al designer storico Marinella Stojnić, che sta lavorando anche al confezionamento di abiti d’epoca per ragazzi che si esibiranno ballando; ma anche Dunja Benčić, sarta per diletto, ha confezionato e gentilmente offerto altri quattro abiti per la Giostra. Intanto, anche il gruppo dei ballerini adulti si è esercitato per tutto l’ inverno nelle danze del passato.

L’offerta gastronomica sarà sempre quella dei bravi cuochi delle aziende turistiche, che aderiscono ben volentieri alla manifestazione sotto la guida dei proff. di culinaria e ristorazione della Scuola media superiore locale “Anton Štifanić”. I barman si stanno già esercitando nella preparazione del cocktail di Capitan Corsino, a base di carciofi (i documenti hanno riportato una grossa piantagione nel passato, vicinissima alla chiesa della Madonna degli Angeli, quindi Parenzo era alquanto nota per la coltivazione di questo ortaggio).

Gli attori ingaggiati per la manifestazione si stanno preparando per un nuovo lavoro, scritto in dialetto istroveneto con parole barocche, il cui titolo è “Ansolina”, uscita dalla penna del prof. Gaetano Benčić. Il pezzo sarà presentato nel parco dei Polesini, vicino alla villa dove la protagonista è vissuta. Ed è così che anche la Comunità degli Italiani di Parenzo entrerà ufficialmente nel programma, pur avendovi sempre contributo da dietro le quinte.

Un omaggio a Renzo Kosinožić Altra novità, quella della Foto Giostra, coordinata dal Club di fotografia cittadino, che con i suoi fotografi specializzati nei dettagli, siglerà una sorta di omaggio al compianto, primo fotografo della Giostra, Renzo Kosinožić.

Ancora la Uljančić Vekić, che ha sottolineato la presenza di 250 gli iscritti all’Associazione Amici della Giostra, i quali offrono di anno in anno lavoro volontario, talento ed estro inventivo. Il direttore dell’Ente turistico, Nenad Velenik, ha appoggiato il progetto per l’imput promozionale, mentre il sindaco, Edi Štifanić, ha annunciato il nuovo gemmellaggio legato all’evento, quello con Monselice nel Padovano. Gli amici veneti vantano una lunga tradizione di rievocazioni del passato, connubio vincente tra cultura e turismo.

Lara Musizza

Tratto da:

  • La Voce del Popolo - http://edit.hr/lavoce/2010/100811/cistriana.htm

Main Menu


Created: Wednesday, August 11, 2010; Last updated:Saturday September 14, 2013
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA