Poreč - Parenzo
Cities, Towns and Hamlets


LE RICERCHE IN ISTRIA – CROAZIA
di Topografia antica

Università di Padova – Dipartimento di Scienze dell’Antichità

“L’Istria e il mare”: lo scavo del complesso architettonico di età romana di Loron -Lorun (Parenzo - Porec)

Ricerca condotta in collaborazione con:
  • Museo Civico di Parenzo e Università Popolare di Parenzo - Croazia;
  • Università di Bordeaux III “Montaigne”- Francia;
  • Università degli Studi – Dip. Scienze dell'Antichità – Topografia antica – Italia.
  • La collaborazione a livello internazionale è regolata da una convenzione sottoscritta dai tre enti coinvolti.

Obiettivi generali del progetto:

  • Produzione e Commerci: l’olio di oliva e gli altri prodotti tipici dell’Istria in età romana, tra bacino mediterraneo e Europa continentale;
  • La ceramica da trasporto: studio tipo-cronologico delle anfore istriane (bollo 03);
  • Le villae maritimae: la tipologia dei complessi architettonici costieri nell’ambito delle strutture insediative e produttive degli agri coloniali di Parenzo e di Pola.
Lo scavo del complesso architettonico
   

Olio istriano, figlinae, centri di produzione ed esportazione, flussi commerciali altoadriatici e mitteleuropei: tutto questo viene a confluire in termini di interesse sul sito di Loron.

Nel panorama delle Ville marittime istriane, Loron si propone per la sua eccezionalità.

  • Eccezionalità dimensionale: si percepisce a vista lungo la sponda settentrionale della baia di Cervera-C¹ervar, con strutture affioranti lungo un fronte di circa 200 metri in senso est-ovest.
  • Eccezionalità funzionale: i bolli su instrumentum domesticum, rinvenuti a centinaia, da tempo indicano il sito come grande centro di produzione di ceramica da trasporto e da mensa. Loron offre un contributo fondamentale per indagini di tipo quantitativo sulla diffusione e l’evoluzione tipologica delle anfore tra I e IV secolo d.C.
  • Eccezionalità ambientale: il sito fa sistema con una trama insediativa articolata e ricca di modularità. Lo studio topografico offre dunque la possibilità di ricostruire lo sfruttamento delle risorse agrarie e marittime di un ambito significativo dell’agro di Parentium, a ridosso del suo confine settentrionale.
Agro di Parentium

La campagna di ricerca 2003: gli obiettivi
cliccare per ingradire

1. delineare con maggior precisione le dimensioni del complesso, individuandone il limite orientale e indagandone le articolazioni in direzione nord, dando per acquisiti sia il limite meridionale, proteso a mare a ridosso della linea di costa, sia quello occidentale, incontrato fortuitamente da uno scasso per la posa di una conduttura di acqua potabile.

2. delineare con maggior precisione i diversi ambiti funzionali in cui doveva articolarsi il complesso, mirando a rintracciare i settori produttivi e, in particolar modo, quelle fornaci che avevano permesso ai diversi proprietari di questa villa di produrre, per almeno due secoli, un numero altissimo di anfore, distribuite in moltissimi mercati situati tra alto Adriatico, Mediterraneo e Mitteleuropa.

I partecipanti alla Missione 2003

L’équipe franco-croata:

Vladimir Kovačić, Francis Tassaux (responsabili); Sarah Comelli, Monique Duboé, Yolande Marion, Pierre Tronche (ricercatori); Marie-Laure Auffret, Anne Duffau, Audrey Izarrié (studenti - Bordeaux 3); Kristina Grgeta (studentessa – Università di Zadar), Agnieszka Frankowska (studentessa ospite – Torun, Polonia); Gaël Brkojewitsch, Véronique Frgacic e Juan Marion (scavatori volontari).

L’équipe italiana:

Guido Rosada (coordinatore scientifico), Antonio Marchiori (direttore di scavo), Kelly Cerchiaro (amministrazione e responsabile di settore); Chiara D’Incà, Cristina Mondin, Eleonora Scalcino (responsabili del laboratorio di documentazione e inventario); Antonio Faggin (rilievo); Luca Mura, Lara Sorgo, Marco Zabeo (studenti - Università di Padova); Gregorio Marchiori (stagista).

La Missione 2004

[under construction]

Tratto da:

  • http://www.lettere.unipd.it/cdl/discant/histriaterra/

Main Menu


Created: Wednesday, September 27, 2006; Last updated: Saturday, September 14, 2013
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA