Rijeka - Fiume
Cities, Towns and Hamlets


 

È stato ritrovato martedì nei pressi della Chiesa dell'Assunta
Il sarcofago pesa 2,5 tonnellate: per estrarlo servirà una gru

[Fiume] Pesa circa 2,5 tonnellate il sarcofago rinvenuto martedì scorso nei pressi del Campanile della Chiesa dell’Assunta, dove sono in corso gli scavi archeologici. Si tratta di una scoperta che nessuno degli esperti impegnati nelle ricerche si aspettava e, per di più, le condizioni nelle quali è stato trovato il sarcofago risultano molto particolari. “Il sarcofago è stato rinvenuto intatto, il che è un fatto piuttosto raro in archeologia. Infatti, di solito questi vengono trovati scoperchiati e vuoti – ha spiegato Josip Višnjić, archeologo e responsabile degli scavi -. Prima di procedere con l’apertura del sarcofago dobbiamo liberare lo spazio intorno al sepolcro. Poi è necessario rimuoverlo dal luogo in cui giaceva per secoli, anche perché al momento si trova immerso per metà nell’acqua (la sorgente Lešnjak, nda). Considerato il peso del sarcofago, lo si può estrarre soltanto mediante l’uso della gru”, ha rilevato Višnjić.

Gli archeologi non si aspettano di trovare nulla di particolare all’interno del sepolcro, a parte lo scheletro del defunto: “Il sarcofago risale con grande probabilità al IV o V secolo d.C., all’epoca paleocristiana. A differenza delle usanze degli antichi Romani, che con i defunti seppellivano anche il cibo – vino, carne e altro -, con l’avvento del cristianesimo tale tradizione viene soppressa – ha proseguito Višnjić -. Nonostante ciò, siamo certi che nel sarcofago abbia trovato sepoltura una persona ricca e importante all’epoca, per il fatto che a quei tempi soltanto i ricchi venivano sepolti in questo modo”, ha puntualizzato Višnjić.

Il sarcofago è in pietra e non reca alcuna decorazione. È stato rinvenuto dinanzi ai resti della facciata di quello che si presume sia stata una basilica paleocristiana (anche questa risalente al IV-V secolo), il cui pavimento risulta ricoperto da mosaici, di cui una piccola parte era stata rinvenuta già nel 1996. “Nei giorni seguenti contiamo di proseguire con gli scavi per dissotterrare il resto dei mosaici al lato sud del Campanile. In tal modo ci aspettiamo di scoprire altri dati sulla basilica”, ha concluso Višnjić. Gli scavi archeologici nella località di Piazza Duomo dovrebbero concludersi – tempo permettendo – tra un mese.

Helena Labus

Tratto da:

  • © La Voce del Popolo - http://edit.hr/lavoce/2009/090115/cfiumana.htm


Main Menu


Created: Wednesday, November 11, 2009; Last updated: Thursday, January 27, 2011
Copyright © 1998 IstriaNet.org, USA